2

Il primo voto di fiducia deciso dal governo Movimento 5 Stelle-Lega Nord dei vicepremier Di Maio e Salvini, permette al Decreto Milleproroghe di passare alla Camera dei Deputati, scatenando però moltissime polemiche. In particolare da parte dei deputati del Partito Democratico (PD) che ieri ha occupato l'aula per protestare contro l'imposizione della fiducia da parte del governo M5S-Lega. Ed anche da parte di Fratelli d'Italia che non ha partecipato al voto per protesta sulle modalità di presentazione del testo che svelava i contenuti del decreto su cui è stata posta la fiducia. La conferenza dei capigruppo del Senato ha scelto che il voto sul decreto in Senato avverrà mercoledì 19 settembre.

I principali argomenti del decreto: vaccini

Il decreto Milleproroghe cerca finalmente di mettere ordine nell'intricato argomento dei vaccini obbligatori [VIDEO] in Italia che ha sollevato tante proteste e difficoltà tra le famiglie e i dirigenti scolastici in questa settimana di apertura delle scuole. L'ultimo emendamento della maggioranza aveva ripristinato l'obbligatorietà dei vaccini per l'iscrizione dei bambini alle scuola pubblica per l'anno scolastico 2018/2019, ma il decreto ribalta la precedente direttiva: l'autocertificazione sostitutiva rimane valida come indicato dalla circolare Grillo-Bussetti.

Intercettazioni e fondi alle periferie

Viene prorogato al 31 marzo 2019 il termine di applicazione delle nuove norme sulle intercettazioni volute dall'ex ministro della Giustizia Andrea Orlando.

Uno dei principali argomenti di contrasto nel Decreto Milleproroghe è la conferma del taglio di 1,1 miliardi destinati alle periferie che rimane identico a come originariamente scritto nel testo approvato dal Cdm e non acquisisce l'accordo raggiunto da Anci e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Bonus cultura, Universiadi di Napoli, sanità, terremotati

Il bonus cultura, varato per la prima volta dal governo Renzi nel 2016, viene confermato per tutto il 2018. Inoltre, riguardo le Universiadi di Napoli del 2019 (manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo), viene prorogato di un mese il termine per la consegna definitiva delle infrastrutture [VIDEO] soggette ai lavori di restauro finanziati per la manifestazione. Riguardo il tema della sanità, le regole applicate fino al 2017 riguardo i premi per la divisione dei fondi per il SSN (Servizio Sanitario Nazionale) riservati alle Regioni, vengono confermati per il biennio 2018-2020. Infine Il decreto allunga i termini per la presentazione della documentazione relativa all'ammontare dei danni subiti nel terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009.