A pagare con la vita l’aver mangiato un piatto a base di funghi Amanita Falloide sono due coniugi. La loro sfortuna è stata quella di aver consumato una tra le specie più velenose e killer che si possano trovare in natura. I funghi erano stati raccolti da una delle vittime in quel di Rocca di Papa, nei dintorni di Roma, e il loro consumo ha coinvolto l’intera famiglia. I due si sono spenti dopo quattro giorni di agonia, mentre tre persone risultano in gravi condizioni. La motivazione del decesso è stata un'insufficienza della funzionalità di alcuni organi determinata proprio dall'assunzione della specie di funghi in questione.

Pubblicità
Pubblicità

Amanita Falloide: una specie letale

Avevano settantotto e settantadue anni le due persone decedute. Le loro condizioni sono apparse da subito critiche, al punto che da subito è stato disposto il loro trasferimento al Gemelli, polo ospedaliero massimamente attrezzato per fronteggiare la situazione. Il loro fegato è risultato fortemente debilitato dall'assunzione del veleno proveniente dai fughi Amanita Falloide e, pertanto, ci si è dovuti arrendere alle irreversibili insufficienze renali ed epatiche che hanno reso inevitabile la morte dei due pazienti.

Pubblicità

Sulla vicenda, tuttavia, la Procura di Velletri intende vederci chiaro e aprirà un fascicolo per ricostruire la vicenda i cui contorni, al momento, appaiono piuttosto chiari.

A trovarsi a tavola, sabato scorso, era praticamente tutta la famiglia. C’era, infatti, la figlia della coppia, la nipote sedicenne oltre alla sorella del settantottenne e alla figlia di quest’ultima. Al momento chi sembra aver reagito meglio è la più giovane del gruppo, mentre gli altri permangono in gravi condizioni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Cestino maledetto in casa

All'interno dell'abitazione in cui, sabato scorso, si è consumato il pranzo che ha generato il dramma è stato rinvenuto un cestino. Al suo interno è stato possibile rinvenire diversi esemplari di funghi Amanita Falloide. Bianchi, piccoli e schiusi, questo dovrebbe aver ingannato il capo famiglia che, evidentemente, non li ha ritenuti velenosi o nocivi. Il parere degli esperti dell'Asl è arrivato quasi immediatamente ed è stato piuttosto inequivocabile.

Quella può essere considerata la specie di funghi più pericolosa in caso di ingestione. A salvare, al momento, solo la sedicenne dovrebbe essere stato aver ingerito quantità piccole del fungo killer. Gli altri tre ancora in vita lottano ancora tra la vita e la morte.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto