E' un episodio davvero incredibile quello avvenuto ieri mattina a Borgo Val D'Elsa, nel fiorentino, dove un uomo di 34 anni ha accusato un malore dopo essersi recato in un bar sito nella stessa cittadina. Si è trattato di un increscioso incidente, su cui però i Carabinieri di Scandicci, insieme ai colleghi della stazione di Tavernelle Val Di Pesa, vogliono vederci chiaro. Secondo quanto si apprende dalla stampa locale e nazionale, pare che allo sfortunato cliente sia stato servito, accidentalmente, del detersivo al posto della nota bibita gassata.

La sostanza si trovava in un contenitore, una bottiglietta per essere precisi, che qualcuno aveva lasciato poco lontano dall'uomo. La colorazione del liquido tossico, simile a quella della bibita, avrebbe tratto in inganno il personale che non si sarebbe accorto per tempo dell'equivoco.

Il cliente si è sentito subito male

Una volta ingerita la sostanza caustica l'uomo ha accusato un malore. Immediatamente sono scattati i soccorsi e la vittima dell'incidente è stata trasportata in elisoccoroso all'ospedale di Careggi. Le sue condizioni sono gravi e la prognosi, al momento, è riservata. Non sarebbe comunque in pericolo di vita, secondo quanto riportato da Repubblica. Il 34enne ha riportato però gravi ustioni interne.

Al vaglio degli inquirenti e dei Nas c'è il contenitore in cui vi era, molto probabilmente, come detto, un forte detersivo per lavare le stoviglie. Al termine dei relativi accertamenti si potranno conoscere ulteriori particolari sulla sostanza tossica ingerita dall'uomo. Sul luogo del fatto di cronaca i Carabinieri hanno eseguito i relativi rilievi.

Le indagini sono appena cominciate: per prima cosa bisognerà chiarire le circostanze in cui l'episodio si è verificato anche se per il momento non ci sono iscritti nel registro degli indagati. Secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano, i Nas non avrebbero riscontrato particolari irregolarità nel locale.

Poco tempo fa un altro caso simile in Puglia

Quando successo ieri mattia in Toscana, ricorda molto da vicino l'episodio accaduto qualche tempo fa in Puglia, precisamente a Castrignano del Capo, nel leccese. In quell'occasione, ad un ragazzo di 28 anni, venne servito del brillantante al posto dell'acqua. Le sue condizioni apparvero sin da subito gravi, la vittima fu trasportata al vicino ospedale di Tricase dove ha poi subito la parziale asportazione dello stomaco. Negli scorsi giorni i medici hanno sciolto la sua prognosi dato che il giovane non sarebbe più in pericolo di vita. Sicuramente nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori particolari su questo ennesimo, spiacevole episodio.