Violentate, picchiate e segregate in casa da quando avevano 10 anni dal padre, davanti agli occhi della madre, che non ha mai detto niente. Finchè, dopo 10 anni, una delle due scappa e racconta tutto.

L'agghiacciante storia di violenza inaudita subita dalle sorelle

Avevano solo 10 anni e non erano mentalmente sane, quando il padre ha iniziato questa violenza disumana nei confronti delle sorelline: le ha lasciate quasi morire di fame, le ha picchiate con calci e pugni, le ha incatenate al letto, segregate in casa, torturate e violentate; come se non bastasse, le "vendeva", facendole violentare e abusare da alcuni uomini, solo per avere in cambio un po' di droga.

Una di loro è rimasta anche incinta due volte, una volta dal padre e l'altra da uno sconosciuto, dando alla luce 2 bambini, nati nel 2014 e nel 2017.

Anche la sorellina più piccola era stata costretta dai genitori a picchiare e maltrattare le sorelle. Insomma, due schiave sessuali, costrette a subire ogni tipo di violenza, e il tutto sotto gli occhi della madre delle ragazze, che, inspiegabilmente, non ha mai fatto nulla per salvarle da quell'incubo.

Tutto questo è successo a Minneapolis, in Minnesota, ed è durato per dieci anni, fino a quando una delle ragazze, nel maggio 2017, è riuscita a scappare e a chiedere aiuto raccontando tutto alla polizia, che ha arrestato subito il padre e la madre delle ragazze, salvando finalmente le sorelle, ormai ventenni, e i bambini, da quella casa maledetta.

Il padre orco condannato a 30 anni

È di qualche giorno fa la sentenza emessa dal giudice Fred Karasov, della contea di Hennepin, che condanna il padre 52enne delle ragazze, Jerry Curry, a 30 anni di galera, mentre la madre, che si è dichiarata colpevole del suo silenzio, dovrà aspettare l'11 marzo per conoscere la sua sentenza.

Dopo aver saputo cosa succedeva in quella casa, anche i servizi sociali hanno ricevuto non poche polemiche, dato che avevano fatto sopralluoghi in quella famiglia e avevano notato alcune ferite sulle ragazze, ma mai nessuno aveva indagato a fondo la questione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Adesso, le ragazze cercano di andare avanti, ma non possono dimenticare quello che hanno dovuto subire. La sorella che aveva messo al mondo 2 figli, ha perso la custodia dei bambini, nati con gravi disabilità, che sono stati dati in affidamento, e incolpa il padre di essere responsabile anche di questa ennesima ingiustizia. Entrambe, in un'occasione, hanno dichiarato che la loro speranza è che loro padre, che ha rovinato la loro famiglia e la loro vita, passi gli anni che gli restano in galera e incatenato, proprio come lui teneva incatenate loro al letto o alla porta.

Hanno raccontato di come lui legasse una catena alle loro caviglie e la collegasse alla porta della sua camera da letto, in modo da tenerle bloccate, lontane da cibo o altre persone, e poi di come le lasciasse lì per giorni, senza che desse loro da mangiare.

Una delle ragazze ha dovuto affrontare degli interventi chirurgici per poter salvare l'uso delle gambe, che erano in stato di cancrena.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto