La ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame sarà un processo lungo e difficile, ma che certamente non lascerà i parigini con le mani in mano. Il miliardario Francois-Henri Pinault ha annunciato che donerà 100 milioni di euro per i lavori di ricostruzione. Una gara di solidarietà a cui parteciperà anche la famiglia Arnault e il gruppo LVMH (Louis Vuitton Moet Hennessy). Il grande colosso della moda questa mattina ha dichiarato che devolverà ben 200 milioni di euro per la ristrutturazione della cattedrale parigina.

Pubblicità
Pubblicità

Una gara di solidarietà

Le immagini dell'incendio, che la scorsa notte è scoppiato all'interno della cattedrale di Notre-Dame a Parigi, hanno lasciato tutto il mondo con il fiato sospeso. Nonostante le alte fiamme, i pompieri sono riusciti a domare il fuoco e a salvare buona parte della struttura. Ma i danni sono tanti, come testimoniano la caduta della guglia e del tetto in legno. Non si conoscono ancora i tempi del restauro, come anche la vera e propria entità del danneggiamento.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Cronaca Nera

In previsione di un lungo periodo di ricostruzione, è partita una vera e propria gara di solidarietà per ridare a Notre-Dame il suo maestoso e antico splendore.

A capeggiare l'iniziativa è il miliardario Francois-Henri Pinault. Imprenditore e amministratore delegato del gruppo di lusso Kering, l'uomo ha deciso di donare 100 milioni di euro per i lavori di ristrutturazione della chiesa. Una scelta che è stata sostenuta non solo dai parigini, ma anche da altri settori importanti.

Pubblicità

Il gruppo LVMH della famiglia Arnault, quarta al mondo per la ricchezza del patrimonio, ha deciso di dare 200 milioni di euro alla ricostruzione della cattedrale.

La stessa sindaca di Parigi Anne Hidalgo ha annunciato il progetto di una conferenza internazionale dei donatori. L'obiettivo è raccogliere tutte le donazioni, provenienti da qualsiasi parte della Francia e del mondo, in tempi record, così da avviare al più presto la restaurazione. Lo stesso Comune ha annunciato che devolverà 50 milioni di euro.

Così, anche gli abitanti di Parigi potranno scendere in campo per salvare la loro amata cattedrale. Dopo aver vegliato la scorsa notte, durante l'incendio, intonando canti religiosi, adesso è il momento di contribuire al restauro.

La situazione attuale

Nonostante l'incendio e il crollo di una parte del tetto della cattedrale, le opere d'arte contenute nella sezione del tesoro di Notre-Dame sono state messe in salvo. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro sul luogo per monitorare l'intera area.

Pubblicità

Dopo aver domato l'incendio, divampato intorno alle ore 20:00 della scorsa sera, adesso le forze dell'ordine si stanno accertando della stabilità della struttura. Il loro timore riguarderebbe la presenza di focolai residui che potrebbero scatenare nuovamente le fiamme. Dunque, la situazione sembrerebbe ancora delicata, ma sotto controllo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto