Una serata passata al Factory, nota discoteca nei pressi dello Stadio Olimpico frequentata dai ragazzi della Roma bene e da stranieri, si è trasformata in un incubo per una giovane di 21 anni di origini etiopi. Domenica mattina, verso le quattro, quando la folla andava ormai scemando, qualcuno ha allertato il personale di sicurezza: una cliente è stata accompagnata nei locali della direzione, dove ha spiegato, tra le lacrime, di essere stata appena aggredita e violentata da tre persone.

Pubblicità
Pubblicità

Subito si è deciso di chiamare la polizia: gli uomini della Squadra mobile non hanno perso tempo, ascoltando immediatamente il racconto della vittima. Poi la 21enne è stata portata con un’ambulanza del 118 al pronto soccorso dell’ospedale più vicino, il Villa San Pietro, per essere visitata di medici, che avrebbero riscontrato lesioni compatibili con quanto da lei raccontato.

La ricostruzione dell’accaduto

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per violenza carnale di gruppo: a coordinare le indagini è il procuratore aggiunto Maria Monteleone.

La ragazza ha spiegato che gli abusi sono avvenuti all’esterno del locale: inizialmente si pensava a poca distanza dal Factory; poi, in un secondo momento è stato individuato un cortile della discoteca, nei pressi di in un ripostiglio, nel quale la 21enne – un’ex studentessa di un istituto turistico che vive a Roma con i familiari da qualche anno – sarebbe stata condotta dagli aggressori. La vittima dice di essere stata avvicinata, mentre si trovava insieme agli amici, da un giovane con cui avrebbe stretto amicizia, ballando con lui per tutta la sera.

Pubblicità

Ad un certo punto si sarebbe allontanata insieme al ragazzo appena conosciuto: improvvisamente, giunti in quel luogo appartato all’esterno, il nuovo amico l’avrebbe aggredita, spingendola a terra e buttandosi sopra di lei, senza permetterle di liberarsi. È stato a questo punto che sono arrivati gli altri due del branco che l’hanno aiutato a trascinarla nel ripostiglio e poi hanno assistito alla violenza, probabilmente controllando che non arrivasse nessuno. Verso le quattro i tre si sono allontanati, lasciandola dolorante e terrorizzata.

Le indagini per individuare i tre ragazzi del branco

La polizia si è messa subito al lavoro: sarebbero già stati disposti gli esami sugli indumenti indossati dalla vittima e su alcuni reperti, trovati nel luogo della violenza. Purtroppo in quell’area non sono presenti telecamere di sicurezza che avrebbero facilitato l’identificazione dei presunti responsabili. Gli agenti hanno comunque acquisito i filmati della sorveglianza interna ed esterna del locale che potrebbero aiutare a ricostruire l’accaduto.

Pubblicità

A quanto pare, la giovane era sotto l’effetto di alcolici al momento dell’aggressione: non si sa se sia stata costretta ad assumerli dai tre bruti. Gli inquirenti, pur muovendosi nel massimo riserbo, fanno trasparire un certo ottimismo: ci si aspetta che nelle prossime ore i membri del branco siano individuati.

Leggi tutto