Una scossa di Terremoto pari a 3.1 gradi sulla scala Richter è stata registrata nella provincia di L'Aquila alle 15:42 dai sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La profondità ipocentrale del sisma è stata rilevata a 15 km. Poche ore prima, alle 3:24, una scossa di magnitudo 2.8 Richter aveva fatto tremare il Foggiano. L'ipocentro del sisma, riporta il sito Ingv, è stato di 5 km. In serata trema anche il Mar Tirreno, magnitudo 2.6 Richter.

Pubblicità
Pubblicità

L'epicentro del sisma nella provincia di L'Aquila

I comuni più vicini all'epicentro in un raggio di 10 km sono Collelongo (AQ), Villavallelonga, Civita d'Antino, Trasacco, San Vincenzo Valle Roveto, Morino, Ortucchio, Luco dei Marsi e Balsorano. In un raggio di 11-20 km, invece, i comuni prossimi l'epicentro sono Civitella Roveto, Lecce nei Marsi, Canistro, Gioia dei Marsi, San Benedetto dei Marsi, Capistrello, Pescina, Bisegna, Pescosolido (FR), Ortona dei Marsi (AQ), Avezzano, Cerchio, Filettino (FR) e Collarmele (AQ).

Le città più vicine al sisma con almeno 50.000 abitanti sono L'Aquila (52 km), Tivoli (63), Velletri (69), Guidonia Montecelio (70), Chieti (72), Latina (72), Aprilia (82), Pescara (83), Montesilvano (84), Teramo (86), Roma (89), Pomezia (91) e Anzio (92 km).

L'evento tellurico è stato avvertito dalla popolazione e numerose sono state le telefonate al centralino dei Vigili del Fuoco. Tuttavia, dai controlli effettuati dalla Protezione Civile, non risultano danni a persone o cose.

Pubblicità

L'epicentro nella provincia di Foggia

Il comune più vicino all'epicentro in un raggio di 10 km è Carapelle. In un raggio di 11-20 km, invece, i comuni prossimi l'epicentro sono Orta Nova, Stornara, Zapponeta, Ordona, Stornarella e Foggia.

Le città più vicine al sisma con almeno 50.000 abitanti sono Cerignola (21 km), Manfredonia (27), San Severo (44), Barletta (44), Andria (49), Trani (57), Bisceglie (65), Molfetta (74), Bitonto (85), Potenza (87), Benevento (88), Altamura (93), Bari (98) e Avellino (99 km).

Trema anche il Mar Tirreno

Alle 20:51 un'ulteriore scossa di terremoto è stata registrata dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La magnitudo dell'evento tellurico è stata di 2.6 Richter mentre l'ipocentro è stato rilevato dai sismologi Ingv a 212 km di profondità.

Le città più vicine al sisma con almeno 50.000 abitanti sono Cosenza (55 km), Lamezia Terme (62) e Catanzaro (87 km). Anche nella giornata precedente il Mar Tirreno aveva tremato, con un sisma di magnitudo 2.3 Richter alla profondità di 126 km.

Pubblicità

Il terremoto è stato localizzato a 36 da Messina, 47 km da Reggio Calabria e 93 km da Lamezia Terme.

Leggi tutto