Lo chef italiano è morto a New York a causa di un'overdose. Angelina Barini è stata arrestata con l'accusa di aver fornito l'ecstasy liquida ad Andrea Zamperoni. La donna ha già dei precedenti.

La svolta drammatica delle indagini sulla morte dello chef

Le indagini sulla morte del cuoco italiano di Cipriani sono andate avanti e sono arrivate ad una svolta drammatica. Gli investigatori del New York Police Departement sostengono che il decesso del giovane sia dovuto a una dose mortale di stupefacente e che a somministrargliela sia stata una prostituta di New York.

Angelina Barini, 41 anni, avrebbe fornito dosi letali a tre uomini, presumibilmente suoi clienti. Tra questi ci sarebbe anche Andrea Zamperoni.

L'accusa a carico della donna è di aver somministrato delle sostanze stupefacenti, più precisamente narcotici, ai suoi clienti in diversi motel del Queens. La prima morte risale al 4 luglio, quando la donna è stata ripresa mentre lasciava la stanza di un motel nei pressi dell'aeroporto e la vittima è stata ritrovata prima di vita dopo aver assunto un cocktail a base di alcool, metanfetamina, cocaina e fentanyl. Il secondo decesso è dell'11 luglio, al Crown Motor di Woodside, dove la vittima è stata trovata morta a causa di un'overdose di fentanyl, un potente oppiaceo, e la Barini è stata filmata dalle videocamere di sicurezza.

La donna e il suo protettore, secondo l'accusa, drogavano i clienti per poi derubarli quando diventavano incapaci di reagire. Andrea Zamperoni sarebbe caduto tra le mani dei due aguzzini ma, a differenza degli altri casi, la Barini è stata sorpresa all'interno della camera del primo piano del Kamway Lodge di Elmhurst, con il cadavere avvolto nella coperta.

Una telefonata anonima ha indirizzato gli agenti verso la stanza in cui, nel frattempo, la donna aveva acceso dell'incenso per celare il forte odore.

La donna sorpresa dagli agenti nella camera del delitto

All'arrivo della Polizia, la prostituta ha tentato di alleggerire la sua posizione dicendo che il suo protettore l'aveva costretta a non chiamare le Forze dell'Ordine e nascondere il corpo dello chef.

A quanto pare, l'uomo aveva anche intenzione di fare a pezzi il cadavere per poi occultarlo. La Barini ha confessato di aver somministrato dell'ecstasy liquida al suo cliente che è svenuto e non si è più ripreso. Secondo la Polizia, la donna è stata arrestata altre 24 volte per possesso di oggetti rubati e droghe illegali.

Intanto i medici legali continuano ad analizzare dei campioni che hanno già prelevato dal corpo di Andrea Zamperoni e quindi la salma sarebbe pronta ad essere rimpatriata a breve. Il fratello Stefano, arrivato a New York da Londra dove lavora anch'egli come cuoco, dovrebbe rientrare in Italia nella giornata di oggi.