In provincia di Benevento una donna di 34 anni avrebbe lanciato il figlio di pochi mesi in una scarpata e poi lo avrebbe colpito con un sasso o con un bastone per togliergli la vita.

La tragedia si è consumata lungo la strada statale 372 Telesina nel corso della notte tra il 15 e il 16 settembre tra Solopaca e Telese Terme.

Bambino di quattro mesi ucciso dalla madre nei pressi di Solopaca

Il sostituto procuratore di Benevento, Vincenzo Toscano, ha predisposto un fermo nei confronti della 34enne originaria di Campolattaro che avrebbe simulato un incidente stradale per poi gettare suo figlio in un dirupo e ucciderlo.

I vigili del fuoco, allertati da alcuni passanti che avevano segnalato la presenza di una Opel Corsa accanto ad un guardrail danneggiato, si sono recati subito sul posto.

L'ipotesi dell'incidente stradale è durata poche ore poiché, stando a quanto dichiarato dagli inquirenti, la signora avrebbe volontariamente gettato nella scarpata il figlioletto e poi lo avrebbe raggiunto per colpirlo. Le forze dell'ordine hanno anche appurato che la vettura non è finita contro il guardrail in seguito ad uno sbandamento o ad un impatto con un'altra automobile.

La conducente, infatti, avrebbe compiuto di sua spontanea volontà la manovra.

I carabinieri sono ancora sul luogo in cui è avvenuto il ritrovamento del corpo senza vita del piccolo per raccogliere ulteriori elementi che potrebbero essere utili per le indagini. Intanto in queste ore si stanno ascoltando le testimonianze dei conoscenti e dei familiari della donna che, trovata ferita e priva di sensi, è stata ricoverata all'ospedale Rummo di Benevento ed è piantonata dalle forze dell'ordine.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La donna avrebbe gettato il figlio nella scarpata e lo avrebbe colpito

La 34enne, disabile sordomuta, avrebbe spinto volontariamente la sua auto contro il guardrail. Dopo essere uscita dalla macchina, avrebbe afferrato il figlio di quattro mesi e lo avrebbe fatto cadere nella scarpata circostante. Nonostante un volo di circa sette metri, il piccolo non sarebbe morto sul colpo: la madre, infatti, sarebbe scesa nel dirupo per poi colpirlo con un oggetto contundente, probabilmente un bastone o una pietra.

I carabinieri stanno valutando dunque l'ipotesi di infanticidio. In quest'ottica potrebbero risultare decisive le testimonianze dei parenti della donna. Soprattutto si indaga sul rapporto che costei aveva con il compagno (era stato proprio lui ad allertare i carabinieri in seguito alla scomparsa della partner e del bambino) e sulla situazione psicologica della 34enne che probabilmente avrebbe accusato un forte stato depressivo dopo il parto.

Nelle prossime ore la Procura di Benevento affiderà la salma della vittima ai medici legali per dargli modo di effettuare l'autopsia che dovrebbe fornire ulteriori chiarimenti sulle cause della morte.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto