Vittorio Brumotti, celebre campione di bike trial e inviato dal 2008 per Striscia la Notizia, ha rischiato grosso durante la registrazione di un nuovo servizio televisivo. Uno dei suoi collaboratori è stato ferito ad una gamba con la lama spezzata di un coltello, mentre lo stesso Brumotti è stato colpito al petto. Si è salvato grazie al giubbotto antiproiettile che mostra strappato in un video su Instagram.

Brumotti rassicura i followers su IG: 'Stiamo bene'

Lo scorso sabato sera l'inviato di Striscia, insieme al suo team di lavoro, si trovava nei giardini di Via Azzone Visconti a Monza, da tempo diventata una pericolosa zona di spaccio.

Durante la registrazione del servizio probabilmente gli spacciatori si sono resi conto delle telecamere nascoste ed è scoppiato il caos. Scambiando i collaboratori di Brumotti per degli agenti delle forze dell'ordine, i malviventi hanno accerchiato la troupe e tirato fuori un coltello dalla lama spezzata colpendo un cameraman ad una gamba e Brumotti al petto.

L'inviato di Striscia la Notizia su IG rassicura i seguaci: 'Cari amici followers di Striscia, stiamo bene'. Vittorio e i suoi collaboratori si trovavano a Monza, a documentare lo spaccio che avviene quotidianamente in una piazza.

E spiega la dinamica dei fatti: 'Ad un certo punto questi spacciatori di sono resi conto di una telecamera nascosta e hanno aggredito i miei ragazzi scambiandoli per degli agenti della polizia'. Un ragazzo del team è rimasto ferito ad una gamba, mentre Vittorio ringrazia il giubbottino che è sempre con lui. 'Che dire, questa volta ci è andata bene', continua l'inviato. E conclude: 'Seguiteci a Striscia e segnalateci queste spiacevoli situazioni di spaccio.

Vi voglio bene, ciao ragazzi'.

Tanti i messaggi di supporto e di stima nei confronti dell'inviato che è stato salvato dal giubbotto antiproiettile che - come da consuetudine - portava sotto i vestiti. Nel video su Instagram Brumotti mostra il giubbottino tagliato dalla coltellata ricevuta, proprio vicino al cuore. Stando alle prime informazioni gli aggressori sarebbero due nordafricani che gli avrebbero strappato di dosso anche una videocamera.

Da molti anni Vittorio lotta contro la criminalità e punta a riportare a bellezza originale tutte quelle piazze italiane dominate dallo spaccio di droga. Non è la prima volta che il ragazzo rischia la vita, insieme ai suoi collaboratori, durante la registrazione di uno speciale per Striscia la Notizia. Nel 2017 lo avevano minacciato a Roma con colpi di pistola e il lancio di un mattone. Nel 2018 è stato aggredito a Milano e poco dopo a Napoli, dove è potuto fuggire grazie ai carabinieri che lo hanno scortato. Sempre nello stesso anno è stata sfiorata la tragedia anche a Palermo, dove un grosso blocco di cemento è stato gettato da un terrazzo per intimidirlo.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!