La notizia di un grave incidente stradale avvenuto all'alba di ieri lungo la via Tiburtina riempie le pagine di Cronaca Nera. Thomas Adami e Matteo Antonio Calabria (di 21 e 19 anni) sono morti in un terribile schianto: la loro Fiat Panda è finita contro un bus Cotral nei pressi del centro commerciale "Le Palme" (nel comune di Tivoli Terme, alle porte di Roma). I due giovani, residenti a Guidonia e Tivoli, giocavano insieme nel Futsal Settecamini, squadra di calcio dilettantistica che milita nel campionato di Serie C2.

L'incidente all'alba

L'incidente è avvenuto all'alba di sabato 25 gennaio - all’altezza del civico 357 di via Tiburtina, proprio di fronte al centro commerciale “Le Palme”. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della Compagnia di Tivoli, Thomas Adami, 21 anni compiuti lunedì 20 gennaio, era alla guida della sua Fiat Panda. Accanto a lui, seduto sul sedile passeggero, Matteo Calabria (20 anni a giugno).

L'utilitaria proveniva da Roma ed era diretta a Tivoli e, per cause ancora da accertare, ha sbandato, è carambolata su stessa e si è scontrata contro un autobus Cotral che da Palombara stava raggiungendo la capitale.

Al momento, non è chiaro se i due giovani avessero invaso o meno la corsia di marcia opposta. L'unica cosa certa, per ora, è che il pullman ha finito la corsa praticamente sul marciapiede: l'autista, infatti, per evitare la Panda e scongiurare lo schianto ha tentato una manovra disperata.

Inutili i soccorsi dopo l'incidente

L'incidente è stato terribile. La parte anteriore sinistra della Fiat di Thomas ha impattato violentemente contro la parte anteriore sinistra del mezzo pubblico.

I soccorsi sono stati immediatamente allertati e, in pochi minuti, sono giunti sul posto, ma per i due amici non c'era già più nulla da fare: quando i vigili del fuoco hanno estratto i due giovani giocatori dalle lamiere contorte, il personale medico sanitario ha potuto solo constatarne il decesso (avvenuto probabilmente sul colpo). Per agevolare le operazioni di soccorso e per permettere ai militari di effettuare i rilievi del caso, il traffico sulla Tiburtina è stato chiuso tra via Pio IX e via dell’Aeronautica (all'altezza di Borgonovo).

La Procura di Roma è stata subito informata dell'incidente mortale avvenuto lungo la Tiburtina e il pm di turno ha disposto l'autopsia sulle vittime. Così, le salme di Thomas e Matteo, come da protocollo, sono state trasferite presso l’Istituto di Medicina legale dell’Università “La Sapienza”.

Il mondo del calcio sconvolto dal tragico incidente

Thomas Adami abitava a Albuccione, frazione di Guidonia Montecelio (comune ad una ventina di chilometri dalla capitale), mentre Matteo Calabria viveva a Tivoli Terme (sempre in provincia di Roma). Entrambi sportivi e appassionati di calcio, erano amici da sempre: si erano conosciuti da ragazzini sui campi dell'Albula, squadra di Tivoli Terme.

Portiere e mediano con un'anima da terzino, Thomas e Matteo erano stati poi tesserati dalla Futsal nell'Asdc Settecamini. La società romana oggi è in lutto per la tragica perdita di due dei suoi più promettenti giocatori e, in segno di rispetto, ha sospeso tutte le attività in programma. Inoltre, come ha sottolineato la 'Gazzetta Regionale' - cogliendo occasione per porgere le più sentite condoglianze - il Cr Lazio ha disposto il rinvio immediato di tutte le gare del club tiburtino in programma tra la giornata di ieri e di oggi, domenica 26 gennaio.

La morte tragica e inaspettata di Thomas e Matteo ha colpito profondamente la comunità di Guidonia e di Tivoli.

Sui social si susseguono i messaggi addolorati degli amici e di quanti conoscevano i due giocatori. L'Albula 1946, sulla sua pagina Facebook, ha voluto esprimere vicinanza alle loro famiglie in questo momento di immenso dolore. Poi, li ha salutati così: "Il vostro sorriso sarà per sempre il nostro".

La Futsal Settecamini ASDC, invece, postando una bella foto dei due giocatori (accompagnato dalla scritta "Matteo e Thomas sempre con noi"), ha condiviso le parole della Lega Nazionale Dilettanti: "Il vostro sorriso - si legge - era uno di quei sorrisi rari capaci di illuminare le giornate di chi vi voleva bene".

"Quello che è successo è difficile da credere e da accettare! Ciao Thomas, ciao Matteo...".

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!