Il Coronavirus non molla la presa nel nostro Paese, dove purtroppo continuano ad aumentare i casi di nuove persone contagiate. Cresce anche il numero di decessi. Poco fa la Protezione Civile ha tenuto in diretta televisiva una conferenza stampa aggiornando i dati senza però Angelo Borrelli, il quale questa mattina ha accusato sintomi simil influenzali ed è stato quindi sottoposto a tampone.

L'epidemia nel Paese ha raggiunto un numero impressionante di decessi, ad oggi 25 marzo se ne contano 7.503 in totale.

Rispetto a ieri 24 marzo si sono avuti 683 nuovi morti, mentre i nuovi contagi sono 3.491. Nel dettaglio, 23.112 sono i ricoverati con sintomi, 3.489 persone si trovano in terapia intensiva e 30.920 individui sono invece in isolamento domiciliare: 9.362 i guariti in totale.

Guido Bertolaso ricoverato in ospedale perchè positivo a Covid-19

La malattia non risparmia davvero niente e nessuno: è di queste ore la notizia che l'ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, è risultato positivo al nuovo coronavirus.

L'uomo al momento si trova ricoverato presso l'ospedale San Raffaele di Milano e le sue condizioni di salute sono buone. Anche l'attuale numero uno dell'ente di via Vitorchiano, Angelo Borrelli, come già detto in apertura, ha avuto sintomi simili a quelli provocati dal virus ed è attualmente in isolamento. Per lui si attende l'esito del secondo tampone. L'uomo ha già lasciato il comando centrale della Protezione Civile.

Ranieri Guerra, direttore vicario dell'Organizzazione mondiale della sanità, ha rilasciato una dichiarazione evidenziando come il picco dei contagi in Italia possa essere raggiunto entro questa settimana. Le curve continuano a crescere ma si spera in una inversione di tendenza. Salgono anche a 31 i medici morti in questi giorni a causa del Covid-19: 17 di loro erano medici di famiglia.

Giuseppe Conte: 'Un nemico insidioso e invisibile'

Sull'emergenza in atto è intervenuto nuovamente il Premier Giuseppe Conte, che sta seguendo in prima persona con le autorità governative l'evolversi della situazione italiana. Il numero uno di Palazzo Chigi ha definito il coronavirus un nemico "insidioso e invisibile" da cui bisogna difendersi. "C'è un tempo per tutti: oggi è il tempo della responsabilità".

L'Esecutivo nelle scorse settimane ha emanato un apposito decreto che impone agli italiani di restare in casa e di muoversi solo se strettamente necessario, proprio per evitare che nascano nuovi focolai.

Il Governo ha sottolineato come le misure prese in questo periodo, anche se molto dure, sono estremamente necessarie. Nelle prossime ore si conosceranno ulteriori informazioni sulla pandemia nel nostro Paese. Medici, infermieri e sanitari in generale continuano una serrata lotta negli ospedali per poter salvare quante più vite possibili.

Segui la nostra pagina Facebook!