Dramma questo pomeriggio, 21 maggio, a Mercatale di Ozzano Emilia, nel bolognese, dove un ragazzo di 17 anni, Riccardo Zum Brown, è morto annegato mentre faceva il bagno nel fiume Idice. Vista la bella giornata il giovane, in compagnia di un gruppo di amici, ha deciso di recarsi presso lo specchio d'acqua per trascorrere qualche ora di spensieratezza e relax. Qualcosa però non è andato per il verso giusto, in quanto poco dopo l'adolescente è stato risucchiato da un mulinello d'acqua che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Tutti gli altri ragazzi sono più giovani di lui e uno di loro ha provato anche a tirarlo fuori dal fiume, ma senza successo.

Sul posto i Vigili del Fuoco del nucleo sommozzatori

L'allarme per quanto accaduto è scattato immediatamente intorno alle ore 15:30. Sul luogo del fatto di cronaca sono giunti i Vigili del Fuoco, e precisamente il nucleo sommozzatori della compagnia di San Lazzaro, i quali hanno cominciato le ricerche. Queste ultime sono state rese complicate anche dall'acqua, che era abbastanza torbida. Poi il 17enne è stato tirato fuori una volta localizzato, ma per lui non c'era più niente da fare. Troppi i minuti passati sott'acqua a lottare contro la corrente. I sanitari del 118, giunti anch'essi sul posto, hanno tentato di rianimare il giovane per cercare di strapparlo alla morte. I ragazzi che erano presenti sulla scena sono rimasti sconcertati per quanto accaduto.

La notizia di quanto successo si è sparsa sin da subito nella cittadina di Mercatale di Ozzano Emilia, destando sconcerto tra gli abitanti. La testata giornalistica locale online Bologna Today riferisce che, sul luogo della tragedia, si sono recati anche i carabinieri della locale compagnia unitamente al personale del Saer.

La vittima era un cittadino italiano di origini africane

Riccardo Zum Brown, il 17enne annegato questo pomeriggio in un fiume in provincia di Bologna, era un cittadino italiano di origini africane. In questi giorni era ospitato dai nonni, i suoi genitori vivono in Germania. Le autorità stanno cercando di capire bene che cosa sia potuto accadere e quindi si vuole scoprire quale sia stata la causa principale dell'annegamento del ragazzo.

Le indagini sul caso continueranno e non è escluso che già nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, si potranno conoscere ulteriori dettagli su questa tragedia. Secondo quanto si apprende dalle prime indiscrezioni che giungono dall'Emilia-Romagna, l'Idice era ingrossato a causa delle copiose precipitazioni cadute in questi giorni nella zona. Non resta che attendere quindi ulteriori riscontri da parte degli investigatori.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!