Negli Stati Uniti continuano senza sosta le proteste per morte del 46enne afroamericano George Floyd, ucciso della polizia di Minneapolis. Floyd, secondo quanto riferiscono i media internazionali, ha cercato di pagare un pacchetto di sigarette con una banconota falsa. Uno degli agenti lo ha quindi immobilizzato faccia a terra, premendogli il collo con il ginocchio. Il 46enne ha ripetuto più volte agli agenti di non riuscire a respirare e dopo pochi minuti ha perso i sensi ed è morto. L'episodio ha scatenato diverse proteste pacifiche in molte città degli Stati Uniti, in alcuni casi le manifestazioni sono state violente portando a scontri tra polizia e manifestanti.

In breve tempo, dal Minnesota la protesta è dilagata in tutti gli States. La guerriglia ha già provocato tre morti. Adesso il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato di essere pronto a ricorrere all'esercito se la situazione non dovesse placarsi nel giro di poco tempo.

Donald Trump: 'Sono un Presidente di legge e ordine'

Nel corso di una conferenza stampa dal giardino delle Rose della Casa Bianca, Donald Trump ha detto di essere "un presidente di legge e ordine" e che è pronto a far ricorso a tutte le autorità militari federali per proteggere i cittadini. L'agenzia giornalistica italiana Agi, sulle sue pagine online, riferisce che mentre Trump parlava ai giornalisti, in sottofondo si udiva il suono delle sirene e degli spari dei proiettili di gomma contro i manifestanti da parte della polizia.

Le proteste sono arrivate infatti anche a Washington D.C. e si sono svolte proprio davanti alla residenza del presidente: Trump nei giorni scorsi, per ragioni di sicurezza, è stato trasferito per alcune ore all'interno del bunker della Casa Bianca.

Trump adesso potrebbe utilizzare l'Insurrection Act

Per utilizzare l'esercito all'interno delle città dove si stanno verificando le proteste, Donald Trump deve avvalersi di una legge speciale, l'Insurrection Act firmato nel 1807 da Thomas Jefferson.

La legge in questione conferisce al presidente poteri speciali e, in casi eccezionali, consente di utilizzare sia l'esercito federale che la Guardia nazionale per compiti di polizia. Già nelle scorse ore Trump ha dichiarato di aver chiesto a migliaia di uomini armati di entrare in azione per fermare i disordini.

Inoltre a New York è stato imposto il coprifuoco a partire dalle ore 11 di sera, ma questo non è bastato a placare le proteste. Sulla vicenda è intervenuta anche Hillary Clinton, ex candidata alle presidenziali col Partito Democratico, che ha parlato di "uso agghiacciante del potere presidenziale".

Segui la nostra pagina Facebook!