Un uomo di 37 anni, Cosimo Di Lauro, originario di Brindisi, è morto ieri pomeriggio 6 luglio sulla A22 in provincia di Verona a causa di un incidente stradale verificatosi intorno alle ore 15:20.

Secondo quanto riferiscono i media locali e nazionali, la vittima viaggiava insieme al fratello (classe 2001) e a un collega su un furgone a marca Iveco di proprietà di una ditta di pitturazioni di Roverbella (Mantova), città nella quale il 37enne abitava attualmente per motivi di lavoro. Gli altri due occupanti del veicolo sono rimasti feriti e trasportati in codice giallo presso l'ospedale di Villafranca.

Il sinistro è avvenuto tra l'allacciamento con la A4 e il casello di Nogarole Rocca, all'altezza del km 235,3 in direzione Modena.

La dinamica dell'incidente

Sul luogo del fatto di cronaca sono subito intervenuti i soccorsi. Sul posto è giunta una squadra di Vigili del Fuoco, unitamente al personale del 118 e alla Polizia Stradale. I sanitari al loro arrivo non hanno potuto far altro che constatare l'avvenuto decesso dell'uomo.

La dinamica del sinistro è ancora al vaglio degli inquirenti, ma sembra che a causare l'incidente sia stato lo scoppio di due pneumatici del mezzo. Ad esplodere per prima sarebbe stata una gomma anteriore, poi l'altra posteriore. A quel punto il 37enne, che era alla guida del furgone, avrebbe perso il controllo del mezzo che, dopo aver fatto alcune evoluzioni e aver sbattuto contro il guard rail, si è ribaltato sul fianco sinistro.

La vittima sarebbe stata sbalzata fuori dall'abitacolo, cadendo rovinosamente sull'asfalto dell'autostrada, il finestrino del posto di guida era aperto. La testata giornalistica locale online Verona Sera riferisce che il furgone stesso avrebbe schiacciato Cosimo Di Lauro. A soccorrere il 37enne per prime sarebbero state una decina di persone che avrebbero sfilato l'uomo da sotto al furgone.

Carreggiata disseminata di detriti

Quando il furgone si è ribaltato sull'autostrada ha perso parte del suo carico: sulla carreggiata sono finiti secchi di vernice, scatoloni e vari utensili. Il tratto della A22 dove si è verificato l'incidente è stato chiuso fino alle ore 17:50, in modo da permettere alle autorità di eseguire i rilievi del caso e di mettere in sicurezza l'area.

Del fatto è stata informata anche la Procura di Verona. La salma del lavoratore brindisino si trova attualmente nel reparto di Medicina legale ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!