Un ragazzo di 26 anni è stato ucciso a coltellate alle prime luci dell'alba del 12 settembre a Bitetto, comune dell'area metropolitana di Bari. Secondo quanto scrive Bari Today, il delitto avrebbe motivi passionali. L'omicida, anche lui coetaneo della vittima, non avrebbe accettato la fine della relazione con la sua ex, una 22enne, per cui si è presentato sotto al condominio dove viveva il 26enne. Poco dopo ne è nata una colluttazione, dove sono rimasti feriti anche il padre della vittima, di 50 anni, e la stessa ragazza 22enne, che attualmente intratteneva una relazione con il ragazzo che ha perso la vita.

Quando sono arrivati i sanitari del 118 per lui non c'era più nulla da fare.

Autore dell'accoltellamento è un pregiudicato

Secondo quanto riferisce La Gazzetta del Mezzogiorno, l'autore dell'omicidio è una persona già nota alle forze dell'ordine ed è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione. Le accuse nei suoi confronti sono gravissime: omicidio volontario e duplice tentato omicidio. Erano le 3:30 del mattino quando è giunta la richiesta di soccorso al 112. Il delitto è avvenuto per strada, in pieno centro cittadino. I carabinieri non hanno ancora trovato il coltello utilizzato dall'omicida per colpire il 26enne. Sono stati almeno cinque i fendenti che hanno colpito la vittima, scagliati all'altezza dell'addome, del petto e della schiena.

Al momento la 22enne e il 50enne si trovano ricoverati rispettivamente all'ospedale Di Venere, sito nel quartiere Carbonara di Bari, e al San Paolo: le loro condizioni non destano particolari preoccupazioni. Del fatto è stata avvisato anche il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Bari, Savina Toscani.

Bitetto: L'aggressore è stato bloccato mentre tornava a casa

L'aggressore è stato bloccato dagli stessi militari dell'Arma dopo essere fuggito. L'autore del misfatto stava cercando infatti di raggiungere la sua abitazione. Anche il padre del 26enne ucciso sarebbe stato colpito all'addome con il coltello.

Quando il 118 è arrivato sul luogo del fatto di cronaca ha tentato di rianimare per diverso tempo la vittima, ma senza successo. Sul caso comunque proseguono spedite le indagini e non è escluso che già nelle prossime ore possano conoscersi ulteriori dettagli su quanto accaduto a Bitetto. La notizia si è sparsa in breve tempo nella piccola cittadina barese.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!