Vincere al SuperEnalotto o con un Gratta e Vinci è il sogno di molti italiani. La storia di Tiziano è la dimostrazione che la fortuna a volte appare come una Dea bendata che però ci vede benissimo: ad essere “premiato” infatti un uomo particolarmente bisognoso, un mendicante di Jesi, la cui parabola dimostra come nella vita non bisogna mai perdere la speranza.

La storia di Tiziano

Tiziano, ex operaio, da tempo era rimasto senza lavoro e per sopravvivere era diventato un'artista di strada. Ogni giorno metteva in scena un piccolo spettacolo nei pressi di un semaforo di Jesi e grazie a ciò che gli regalavano i passanti riusciva a pagare il pranzo e la cena.

L'uomo ha condotto questa vita per circa tre anni, poi la svolta qualche mese fa: si reca al tabaccaio di Logge, la città in cui risiede, per comprare le sigarette.

Decide, così, di tentare la fortuna e acquista un Gratta e Vinci da 5 euro. Mai avrebbe potuto immaginare di poter vincere 300mila euro. Scioccato e felice Tiziano si è tagliato barba e capelli ritornando poi nella tabaccheria della fortuna per ringraziare i titolari.

Curiosa la parabola di vita che aveva caratterizzato l'esistenza dell'uomo: dopo aver perso il lavoro, Tiziano era stato costretto a ritornare a vivere a casa della madre ottantenne malata. Per circa vent’anni aveva lavorato in uno stabilimento che, a causa della crisi economica, è stato costretto a chiudere e a lasciare a casa i propri dipendenti.

Dopo la chiusura, Tiziano ha vissuto grazie a dei lavoretti saltuari ma lo stipendio non era mai abbastanza. Da qui è nata l’idea di diventare artista di strada, inscenando brevi show ai semafori.

Nonostante il suo aspetto un po trascurato, riusciva a far divertire tutti, soprattutto i bambini: grazie alle esibizioni che metteva in scena riusciva ad incassare una media di 20 euro al giorno che poi utilizzava per comperare il cibo e le sigarette.

La nuova vita di Tiziano

E adesso, grazie a questa vincita, Tiziano potrà riprendere in mano la propria vita.

In realtà, la cifra che si è ritrovato in tasca non è proprio di 300 mila ma un po più bassa: alla somma è stato infatti applicato il 20% di tasse, dunque al netto egli ha incassato 240 mila euro.

Si tratta comunque di una somma che gli consentirà di vivere più che dignitosamente.

Da quanto trapelato l'uomo non si è montato la testa acquistando dei vestiti e una bicicletta senza concedersi troppo lusso: presto si terrà una cena alla quale Tiziano ha deciso di invitare in primis i titolari della tabaccheria, poi gli amici ed infine tutti quegli automobilisti che in questi anni lo hanno aiutato donandogli anche solo 1 euro al giorno. "Questa volta, la dea ci ha visto proprio bene e ha premiato chi ne aveva veramente bisogno - ha dichiarato il sindaco di Jesi, Massimo Bacci - Tutti qui lo conoscono, gli vogliono bene e sono contenti per lui".

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!