La pandemia provocata dal Sars-Cov-2 continua a mietere vittime e contagi in tutto il mondo, proprio per questo i governi delle varie nazioni stanno cercando soluzioni utili a contenere il diffondersi del virus. Un aiuto in questo senso potrebbe venire anche dalla tecnologia. Secondo quanto riferiscono i media internazionali, tra cui l'agenzia di stampa italiana Ansa, il Georgia Institute of Technology, con sede negli Stati Uniti D'America, ha infatti sviluppato un'applicazione per dispositivi mobili con cui si riuscirebbe a prevedere il rischio contagio anche durante un pranzo in famiglia. Il sistema si chiama Event Planning Tool e funziona anche in varie nazioni europee, Italia inclusa.

Si deve precisare che lo strumento non può fornire alcuna certezza ma effettua soltanto un calcolo delle probabilità sulla base del numero di contagiati presenti in un determinato territorio.

Più rischioso un pranzo in Lombardia che uno in Puglia

Stando ad alcune simulazioni basate sull'attuale andamento dei contagi, in Italia sarebbe più rischioso fare un pranzo in famiglia in Lombardia che in Puglia. Se 15 persone si riunissero per esempio a Milano durante un pranzo, il rischio che tra i commensali ci sia un positivo al Sars-CoV-2 sarebbe del 55%, valore che scende in provincia di Lecce all'8%. L'applicazione Event Planning Tool è stata sviluppata negli States in vista del Giorno del Ringraziamento, che ogni anno cade il 26 novembre.

In quest'occasione le famiglie americane si riuniscono tra di loro e visto che il Paese è uno dei più colpiti dalla pandemia provocata dal coronavirus, le autorità hanno pensato di introdurre un'applicazione che possa riuscire a mitigare il rischio contagio. Secondo quanto dichiarato dalla rivista Mit, lo strumento informatico permetterebbe anche di modificare il numero dei partecipanti all'evento, basandosi sul presupposto che nessuno dei commensali viva abitualmente con le persone partecipanti.

Anthony Fauci: 'Ogni famiglia farà valutazione del rischio'

Sulla questione è intervenuto anche il virologo della Casa Bianca, Anthony Fauci, il quale ha spiegato che sarà ogni famiglia ad assumersi il rischio per quanto riguarda potenziali contagi: ciò riguarderà anche le prossime feste di Natale, non solo il giorno del Ringraziamento.

Fauci ha reso noto anche il suo programma per il 26 novembre prossimo che prevede una cena a casa insieme alla moglie e una telefonata via internet alle sue figlie che vivono altrove.

Gli sviluppatori dell'applicazione ritengono in ogni caso utile continuare a seguire tutte le regole anti contagio previste dalle autorità sanitarie, come indossare le mascherine e magari incontrarsi in luoghi all'aperto in piccoli gruppi di persone. Negli States alcuni stati federati avrebbero già raccomandato alla popolazione di non formare assembramenti durante le prossime festività, almeno così si apprende da SkyTg24.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!