Sono partiti da Capoterra per acquistare due chili e duecento grammi di marijuana da un 81 enne di Guasila ma sono stati fermati e arrestati dai carabinieri, sulla strada provinciale 34 che da Pimentel porta a Guasila. In manette sono finiti l'81enne Giovanni Melas, volto molto conosciuto dalle forze dell'ordine. Stefano Demelas, 27 anni, di Capoterra, Davide Mullano, 21 anni, anche lui capoterrese e un'amica di 17 anni. Tutti gli arrestati sono stai portati nella caserma del Comando della Compagnia di Sanluri. Dopo i controlli di rito i tre uomini sono stati trasferiti in una cella del carcere di Uta, in attesa di essere sentiti dal magistrato che si occuperà del caso.

La giovane minorenne è stata invece portata nell'istituto penale per minori di Quartu. Tutti e quattro ora dovranno trovarsi un avvocato che li difenda dalle accuse mosse dalla Procura. La droga è stata sequestrata e, secondo i carabinieri, una volta venduta nel mercato al dettaglio avrebbe fruttato migliaia di euro. Secondo gli investigatori dell'Arma, con ogni probabilità, quella messa in atto dai quattro sarebbe stata una compravendita tra grossisti. Dal più grosso, l'81enne, ai più piccoli che probabilmente erano attivi nel mercato tra Capoterra e le zone limitrofe.

Fermati sulla provinciale 34

Nel pomeriggio di ieri, 13 novembre, i militari della stazione di Guasila erano impegnati in un normale servizio di controllo nelle strade del territorio quando, sulla strada provinciale 34 che da Guasila porta a Pimentel, hanno incrociato tre automobili tutte vicine tra di loro.

I militari si sono subito insospettiti anche perché, all'interno di una delle auto, hanno riconosciuto un anziano con numerosi precedenti penali che ha passato un pacco ad un altra vettura con a bordo due persone. Proprio per questo motivo i carabinieri hanno voluto vederci chiaro e si sono avvicinati al gruppetto.

A bordo strada infatti c'era una Fiat Punto, guidata da Giovanni Melas che con una manovra ha affiancato un furgoncino della Peugeot, con a bordo la giovane 17enne e Davide Mullano, destinatari del pacco. Poco distante da loro c'era invece un'altra auto, una Ford Fiesta, guidata da Stefano Demelas che sembrava quasi facesse da vedetta al gruppetto.

Una situazione sospetta

Una volta scesi dalla auto i carabinieri si sono immediatamente avvicinati e hanno iniziato i controlli. Una volta richiesti i documenti i quattro sono stati perquisiti. All'interno del pacco i militari hanno trovato 2,2 chili di marijuana e all'interno dell'auto della coppia di giovani hanno invece recuperato 3mila euro in contanti, sicuramente denaro che sarebbe servito per pagare la droga. Oltre a questo i militari hanno anche recuperato due coltelli a serramanico con una lama di 20 cm. A quel punto i carabinieri, con l'aiuto dei colleghi delle stazioni di Villamar e Barumini, hanno esteso i controlli all'interno dell'abitazione dell'81enne, dove hanno recuperato 40 grammi di marijuana.

A quel punto tutti i quattro sono stati arrestati e portati nella caserma di Sanluri.

Segui la nostra pagina Facebook!