Le telecamere di sicurezza di un centro commerciale di Olbia hanno filmato immagini inequivocabili. E la mattina del 24 marzo i carabinieri del reparto territoriale della città sarda hanno stretto le manette ai polsi ad un 76enne, pensionato, con l'accusa di molestie nei confronti di una bambina di dieci anni, figlia di un amico. L’uomo, dopo tutti i controlli di rito, è stato costretto agli arresti domiciliari in attesa di essere sentito dal magistrato di turno. Le indagini, eseguite dagli investigatori dell’Arma, hanno avuto inizio lo scorso febbraio in seguito a diverse segnalazioni arrivate in caserma.

Vari testimoni infatti avevano chiesto l’intervento dei carabinieri perché all’interno di un centro commerciale avevano notato che una bimba, in compagnia di un uomo piuttosto anziano, sembrava stesse subendo dall’uomo strani atteggiamenti definiti “inequivocabili” dagli inquirenti. La bimba infatti era stata lasciata da sola insieme al 76enne mentre il padre, nel frattempo, era andato a fare la spesa.

Molestata nel tavolino

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Reparto territoriale di Olbia il 76enne si trovava nei tavolini di un fast food, proprio all’interno del supermercato. Era in compagnia di una bimba, figlia di un suo conoscente che in quel momento era andato a fare la spesa nel market e gliela aveva affidata.

La bimba – secondo quanto dimostrato anche attraverso i filmati visionati dai carabinieri – stava tranquillamente giocando con un tablet ed era seduta a pochi passi dal pensionato. L’uomo – approfittando del fatto che il padre l’aveva lasciata da sola – si è avvicinato alla piccola e avrebbe iniziato a molestarla. Immagini riprese dalle telecamere di sicurezza del centro commerciale e immediatamente acquisite dai carabinieri.

La scena è stata però anche notata da diverse persone che nel centro commerciale ci lavorano e che hanno immediatamente messo in allarme il padre della bimba. Da qui la telefonata al 112, il centralino dei carabinieri.

Immagini inequivocabili

Gli investigatori dell’Arma, arrivati in pochi minuti nel centro commerciale, hanno immediatamente bloccato l’uomo.

Una volta sentiti i diversi testimoni hanno deciso di sequestrate i filmati di tutte le telecamere di sorveglianza presenti nel grande magazzino. Le immagini acquisite dal dispositivo di sicurezza erano inequivocabili. Si vedeva infatti il 76enne molestare la bambina con gesti inequivocabili – visti tra l’altro da numerosi testimoni – che hanno permesso ai carabinieri di stringere le manette ai polsi del pensionato olbiese che sarà processato.

Segui la nostra pagina Facebook!