Un giovanissimo ufficiale 26enne della Finanza poche ore fa è stato rinvenuto privo di vita all'interno di una caserma della città di Reggio Calabria. L'ipotesi più accredita è al momento quella del suicidio. Il 26enne si sarebbe infatti tolto la vita sparandosi un colpo con l’arma di servizio. I colleghi appena giunti in caserma lo hanno trovato esanime sul pavimento del suo ufficio e hanno immediatamente lanciato l'allarme facendo giungere sul posto i sanitari del 118 che non hanno potuto fare nulla per salvarlo. Gli inquirenti stanno cercando di stabilire la dinamica e le cause di questo drammatico gesto che al momento resta inspiegabile.

Dramma a Reggio Calabria, ufficiale della Guardia di Finanza si toglie la vita in caserma

Si chiamava Marco Ignazio Stellato e aveva solo 26 anni il giovane ufficiale della Guardia di Finanza che poche ore fa è stato ritrovato privo di vita all'interno del suo ufficio presso la caserma di via Enotria, situata nella città di Reggio Calabria. Dalle prime informazioni sembrerebbe che nella mattina di oggi i colleghi appena giunti in caserma hanno trovato il corpo dell'ufficiale riverso sul pavimento. I militari hanno quindi lanciato immediatamente l'allarme facendo giungere sul posto i sanitari del 118. Il personale medico ha tentato di fare il possibile per poter salvare il giovane, ma purtroppo per lui era ormai troppo tardi.

Ne hanno quindi potuto constatare solo l'avvenuto decesso. Dalle ultimi indagini sembrerebbe che il 26enne si sia sparato con la sua pistola di ordinanza.

Di quanto è accaduto sono stati informati il magistrato di turno e il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria che nelle prossime ore dovranno lavorare per poter ricostruire al meglio quanto si è verificato e stabilire quale potrebbe essere stata la causa di questo drammatico gesto.

Le forze dell'ordine hanno già effettuato i vari rilievi del caso.

All'interno del comando c'è molto dolore ed incredulità. Nessuno riesce a capacitarsi e a spiegarsi i motivi che avrebbero spinto l’ufficiale a commettere un gesto cosi estremo.

Cordoglio per la famiglia

Marco Ignazio era originario del comune di Macerata Campania, situato in provincia di Caserta ed era figlio di un consigliere comunale di maggioranza, Tonino Stellato. Molti sono gli attestati di stima e di vicinanza che si stanno susseguendo nelle ultime ore alla sua famiglia.