Ancora un incidente mortale in monopattino. A Roma, a uno degli incroci della via Cristoforo Colombo, nel quartiere Ardeatino, è stato travolto e ucciso da un'auto Davide Guadagno, 48enne residente nella Capitale. L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 30 novembre. Secondo una primissima, e ancora sommaria, ricostruzione, l'uomo avrebbe attraversato nonostante avesse il semaforo rosso. La 55enne che lo ha investito, sconvolta, ha ripetuto: "Mi è piombato di colpo davanti". Sul caso di Cronaca Nera stanno indagando gli agenti del Gruppo del Tintoretto della polizia locale.

Guadagno è la quarta vittima di incidenti in monopattino a Roma.

L'incidente in monopattino sulla Colombo

L'incidente mortale in monopattino è avvenuto poco dopo le 18:00 a un pericoloso incrocio sulla Cristoforo Colombo, una delle principali - e trafficatissime - vie consolari d'ingresso e d'uscita dalla Capitale. Davide Guadagno stava rientrando a casa su un monopattino elettrico a noleggio quando, mentre si apprestava a raggiungere la vicina via Cesare Federici, è stato travolto da un'automobile che lo ha sbalzato con violenza a una distanza di circa venti metri.

L'impatto si è rivelato fatale per il 48enne che, da quanto emerso, non indossava il casco. Al volante dell'utilitaria, una Fiat Panda di colore bianco, che ha travolto e ucciso Guadagno, c'era una 55enne italiana appena uscita dal lavoro.

"Non l'ho visto - ha riferito la donna sotto choc - mi è piombato improvvisamente davanti. Non sono riuscita a evitarlo". "Sono distrutta" ha poi riferito ai vigili urbani dell'VIII Gruppo Tintoretto - coordinati dal comandante Massimo Ancillotti - prontamente intervenuti sul posto.

Il 48enne in monopattino avrebbe attraversato con il rosso

La dinamica sarebbe ancora da cristallizzare. Tuttavia, stando ai primi accertamenti parrebbe che il 48enne, a bordo del due ruote, stesse attraversando la strada sulle strisce pedonali per immettersi sulla prosecuzione della pista ciclabile che ha inizio proprio all'intersezione tra via Colombo e via Federici.

Il semaforo, per lui, sarebbe stato però rosso.

Gli agenti della Municipale, pur non sbilanciandosi, hanno dichiarato: "Stiamo concentrando le nostre indagini proprio relativamente al semaforo". Dalle testimonianze raccolte, infatti, la 55enne sarebbe passata con la luce verde. "Non stavo correndo - ha detto la donna a quanti le hanno prestato i primi soccorsi - ero appena ripartita".

L'esatta dinamica, però, rimane ancora da accertare. L'investitrice, è bene puntualizzarlo, s'è fermata, ha tentato di rianimare la vittima e ha subito allertato il 112. Nelle prossime ore, come disposto dal pm di turno, verrà eseguita l'autopsia. Secondo i primi esami medico legali, tuttavia, si sarebbe rivelato fatale l'impatto con l'asfalto.