L'emendamento 'Bonus psicologo' al Decreto Legge 'Milleproroghe' è stato approvato nella notte e prevede la fruizione di un contributo da parte dei cittadini che hanno sofferto conseguenze psicologiche dovute alle quarantene e ai disagi lavorativi in seguito alla pandemia da Covid-19.

In un Twitter il deputato e Questore a Montecitorio Francesco d'Uva commenta:

Come sarà erogato il Bonus

L'emendamento in fase di successiva approvazione alle Camere, dà un sostegno importante alla comunità.

L'articolo 1-bis, infatti, a firma del deputato Pd Filippo Sensi, tiene conto dell'aumento delle condizioni di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica procurate dall'emergenza pandemica e dalla conseguente crisi socio-economica. Il contributo, che avrà un importo massimo di 600,00 euro a persona, sarà fruibile per sostenere le spese relative a sedute di psicoterapia, presso specialisti privati iscritti all'albo.

Le fasce ISEE aventi diritto al Bonus

L'importo erogato sarà elargito in rapporto alle fasce ISEE di appartenenza allo scopo di favorire le cure delle persone economicamente più disagiate. Le persone fisiche con ISEE superiore ai 50.000,00 euro sono escluse dal contributo.

Modalità di presentazione della domanda

Entro 30 giorni dall'entrata in vigore della legge saranno rese note le modalità di presentazione della domanda per usufruire del Bonus, l'entità dell'importo e i requisiti reddituali per richiederne l'erogazione.

Il finanziamento previsto è in totale di 20 milioni di euro di cui 10 milioni sono adibiti al potenziamento dell'assistenza psichiatrica e psicologica nel settore pubblico e 10 milioni diretti ai cittadini per le cure private.

La reazione degli psicologi

Il Presidente del Consiglio dell'Ordine degli psicologi, David Lazzeri, ha postato un commento positivo sull'emendamento, definendolo uno strumento di sintonia tra il governo e la sensibilità dei cittadini. " Lo hanno ottenuto centinaia di migliaia di cittadini che hanno fatto della petizione una delle prime cinque nella storia della piattaforma.

Lo dobbiamo considerare un segnale, un punto di partenza nella giusta direzione". Il Bonus psicologo riconosce ai cittadini i disagi psicologici subiti per le quarantene sanitarie e per le perdite sul piano lavorativo e sociale. "Si tratta per molti versi di un provvedimento di portata straordinaria" continua il Dott. Lazzeri" anche come strumenti del tutto innovativi nel campo della Salute come il Bonus"

La seduta di discussione sugli emendamenti si è conclusa a tarda notte con scontri interni anche tra le fila della maggioranza. Si attende il voto di conferma alla Camera dei deputati di questo importante sostegno alla salute pubblica.