Di Andreea Rabciuc, 27ennne campionessa romena di tiro a segno residente a Jesi, da un mese si è persa ogni traccia. "Devi aiutarmi a sparire": così dice nell'ultimo messaggio all'ex nel corso di una serata burrascosa con il fidanzato Simone.

La sera dell'11 marzo, infatti, lei e Simone vanno a una festa nelle campagne di Montecarotto, in provincia di Ancona, ma di ora in ora la situazione tra i due si fa sempre più tesa al punto che l'indomani mattina, sabato 12 marzo, alle 7 Andreea se ne va e scompare davvero. Lunedì 4 aprile, è stato trovato un corpo senza testa in un borsone sul Po a Occhiobello, Rovigo: si è accertato che non è della ragazza.

Andreea, scomparsa dopo un litigio con il fidanzato

Cosa sappiamo finora della scomparsa di Andreea? La sera dell'11 marzo è in una zona isolata tra la frazione Moie di Maiolati Spontini e Montecarotto. Ci è arrivata con il fidanzato Andrea per partecipare a una festa organizzata dall'amico Francesco e dalla sua ragazza nella roulotte all'interno della proprietà. La serata non è piacevole nemmeno per il padrone di casa che a Chi l'ha visto? racconta cosa accade.

Finita la cena, Andreea e Simone iniziano a discutere animatamente fino al mattino, forse per la gelosia di lui. O meglio, Simone le rinfaccia molte cose e Andreea a testa bassa neanche gli risponde, ma continua a chattare finché, a un certo momento, Simone le sottrae il cellulare.

Lei invia messaggi all'ex fidanzato Daniele. Nell'ultimo vocale dice: "Per stasera sto qui, domani sono libera e possiamo fare quello che vogliamo. Poi mi aiuti a scomparire e a non far sapere dove sono". La mattina dopo il clima è ancora più teso, Simone si rifiuta di ridarle il cellulare, Andreea se ne va comunque: lo riferisce il proprietario del rustico.

Andreea, indagini e ipotesi

Dove è finita Andreea? Tutto avviene in 20 minuti. Questo è l'intervallo di tempo che sarebbe trascorso tra l'uscita dal casolare a piedi da sola della ragazza, e quella di Simone a bordo della sua auto. Il ragazzo sostiene di non averla vista, né incontrata. Di fatto, Andreea da quel momento sparisce e pare che si perda per sempre in una strada statale che sembra fuori dal mondo.

Dove può essersi diretta? Verso Moie, il paese dove non abita, o in direzione Jesi, dove c'è un distributore, uno dei pochi sulla strada? Purtroppo le telecamere della stazione di servizio la mattina del 12 marzo non funzionano. A quell'ora, lì c'è tanta gente ma nessuno la vede. Eppure la ragazza è ben riconoscibile per il suo look eccentrico: cappello rosa in testa con due orecchie da gatto, jeans e una felpa di Tom & Jerry, uno zaino verde fluorescente.

Cosa le è accaduto? La prima ipotesi, quella iniziale degli inquirenti, è che il suo sia un allontanamento volontario, ma più passano i giorni e più viene scartata. Andreea è senza portafoglio, senza documenti, senza telefono, a piedi. Potrebbe avere avuto un malore, ma nessuno trova un corpo.

La seconda ipotesi, più drammatica, è che qualcuno le abbia fatto del male. La terza ipotesi, non meno inquietante, è che non sia mai uscita dal casolare o dalla roulotte. Da un mese, c'è una mamma che si dispera: non un segnale dalla figlia.

Messaggi all'ex e telefono sequestrato

Perché mai Andreea chiede nell'ultimo messaggio all'ex di aiutarla a fuggire, sembrerebbe dal fidanzato? "Alla fine mi ha mandato un vocale e mi ha detto che sarebbe rimasta lì, che sarebbe venuta da me il giorno dopo e che voleva la aiutassi a non farsi più trovare", spiega Daniele da cui però non è mai arrivata. Georgeta, la mamma di Andreea la chiama a vuoto per un giorno e mezzo: nessuno le risponde. Per tutto questo tempo, il telefono della ragazza lo ha Simone che ad altri, compreso l'ex, risponde ai messaggi insultandoli.

Poi decide di consegnare il cellulare a Georgeta. "Me lo ha messo lei in tasca, non sono stato io a prenderle il cellulare", si giustifica Simone.

Il dispositivo viene, infine, sequestrato dai carabinieri. Vengono passate al setaccio alcune chat registrate: alcuni numeri di telefono e messaggi sarebbero stati cancellati. Simome riferisce che tra loro i litigi avvenivano in maniera assidua e Andreea sarebbe stata solita sparire per un paio di giorni e poi tornare. Stavolta non pare stia andando così. Il rapporto litigioso tra i due è documentato anche da un post sui social che però risale al 4 marzo, in cui lui le rivolge ingiurie e termina con un 'addio per sempre' scritto in rumeno. In un altro profilo si definisce 'vedovo'.

Avrebbe poi scritto pubblicamente di non avere nulla a che fare con la scomparsa. Gli amici di Jesi riferiscono che Andreea sarebbe cambiata dopo essere entrata in un brutto giro. La cerca la Protezione civile e i vigili del fuoco. Squadre di sommozzatori hanno perlustrato senza esito laghetti della zona.