'The Revenant' trionfa ai Golden Globes Awards: ben tre premi per il cast di Inarritu, uno alla miglior regia, a Leonardo Di Caprio per il migliore attore nella categoria e altra statuetta per miglior film drammatico. Insomma, per il cast si tratta di un vero successo, e di un buon auspicio per i fan dell'attore hollywoodiano in attesa di un meritato Oscar. Altro cast, stessa soddisfazione per quanto riguarda la categoria 'comedy', nella quale si è aggiudicato il premio per miglior attore nella categoria Matt Damon.

Pubblicità
Pubblicità

Stiamo parlando del film The Martian. 

Premiato anche il compositore Ennio Morricone per la miglior colonna sonora del film di Quentin Tarantino 'The Hateful Eight'. "Non me l'aspettavo" ha detto con grande emozione a Sky TG24, "queste cose non si aspettano mai". Tarantino: "E' come Beethoven o Mozart, il mio compositore preferito". 

A Kate Winslet, colta in un affettuoso abbraccio con Di Caprio, è andato il globo per il film 'Jobs', incentrato sulla vita di Steve Jobs, pellicola che si è aggiudicata ben due riconoscimenti, di cui uno alla miglior sceneggiatura. 

Lady Gaga, la smorfia di Leo 

Tra i momenti più buffi e senz'altro curiosi al Golden Globe c'è l'incontro goffo tra Leonardo Di Caprio e la cantante, neo attrice, Lady Gaga, tra l'altro premiata per la migliore interpretazione da protagonista film tv per American horror story Hotel. Gaga mentre si avviava a ritirare il premio ha strattonato leggermente l'attore che ha manifestato tutta la sua ilare sorpresa e un pizzico di scettico distacco.

Leonardo Di Caprio insieme a cast e regista
Leonardo Di Caprio insieme a cast e regista

Le smorfie imperdibili stanno facendo il giro del web, ed è già un trend. Come a dire: "Ma chi è questa?". Altra sorpresa, il distacco energico della cantante che prosegue la sfilata verso la statuetta. Sapeva di aver urtato uno degli attori più grandi del secolo? Resta il dubbio. Di Caprio dal canto suo: "Semplicemente non sapevo chi stesse passando". 

'Revenant - Redivivo', il trailer  

"Non ho più paura di morire mai. Perché sono già morto."

Il cast è a dir poco stellare.

Pubblicità

Oltre a Leo nelle vesti del protagonista, tra gli altri ci sono Tom Hardy e Will Poulter. Il film è tratto da una storia vera: quella di un cacciatore di pellicce. E' ambientata nel 1823, nel nord al confine tra USA e Canada nella fredde terre di Alberta. Di Caprio ricopre i panni del cacciatore Hugh Glass. Un giorno l'uomo viene aggredito da un orso, riportando gravi ferite. Così decide di assoldare due mercenari affinché lo aiutino a riprendersi, ma i due lo abbandonano al proprio destino, e solo dopo averlo derubato.

E' qui che ha inizio la parte nevralgica del film, quella focalizzata sulla vendetta e lo spirito di sopravvivenza: Glass (Di Caprio) se la cava a dispetto delle precarie condizioni di salute, senza armi né cibo, e cerca gli uomini che l'hanno tradito. Riuscirà a trovarli? 

Clicca per leggere la news e guarda il video