Fra Arte ed economia il legame è sempre stato molto stretto ed il fenomeno del mecenatismo, particolarmente diffuso nei secoli in Italia, lo dimostra avendo tracciato un vero e proprio orientamento. Il Parlamento Europeo si è fatto interprete di un'importante eredità e insieme a PptArt, acronimo di Power Point Art, ha lanciato il contest internazionale "Mecenati del XXI secolo" al quale hanno partecipato artisti di ogni parte del mondo e giganti del mondo economico e finanziario quali Banca D'Italia, Bulgari, Enel e moltissimi altri.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

Fra i finalisti anche l'artista veneto Luca Moretto con la sua opera "32 Via dei Birrai" che si è aggiudicato a Bruxelles il 28 novembre 2018 nella cerimonia dedicata alle premiazioni la preziosa pergamena con la speciale menzione di "Mecenate del XXI secolo" per la categoria "Piccole e Medie Imprese".

Un logo per un palcoscenico europeo

I grandi traguardi sono l'esito di sodalizi umani e professionali [VIDEO]e in occasione del compimento del suo decimo anno di attività il birrificio artigianale "32 Via dei Birrai" che si trova a Treviso ha affidato all'estro artistico di Luca Moretto la creazione di un nuovo logo. Si doveva esprimere da una parte un'idea celebrativa, ma, dall'altra, dare forma e tonalità ad un impegno costante, ad una dedizione imprenditoriale quotidiana. Per Moretto l'ispirazione è arrivata subito quasi come nell'emersione di una visione interiore già contornata ed il logo è stato pensato e poi creato con gli otto colori che riconducono agli otto sapori e qualità di birra del piccolo birrificio. I colori sono vivaci per il primo piano del numero 32 mentre sullo sfondo le tinte sono neutre insieme a murrine più ambrate che ricordano la schiuma della birra.

La "anima" delle murrine è veneziana ed è il format registrato da Moretto come "Murrina Pop", la sigla di tutte le sue opere. "La soddisfazione nel ritiro del premio a Bruxelles è stata per me fuori misura - ha spiegato il poliedrico artista - un dono straripante nonostante una mia vicenda personale piuttosto dolorosa causata da un tremendo incidente in motocicletta a seguito del quale ho perso un arto inferiore. Dopo l'arte mi è arrivata addosso come una cura per la mente". Moretto vanta un altro importante traguardo: l'esposizione al Museo Piaggio di Pontedera della sua "Vespa Venice", lo scooter nel modello originale del 1967 che ha fatto sognare tantissimi appassionati ed è stato riproposto in una veste squisitamente veneziana colorata con la festosità del Carnevale. L'opera è stata esposta, inoltre, alla 54^ Biennale di Venezia e su iniziativa dei Musei Civici veneziani a Forte Marghera per l'iniziativa "Motocicletta, l'Architettura della Velocità". Il palcoscenico europeo [VIDEO] con "32 Via dei Birrai" fa, dunque, nuovamente spumeggiare il successo che è costruzione e dialogo con il mondo attraverso la forza dell'idea artistica.

PptArt, la piattaforma web per artisti e aziende

PptArt è il portale nato per mettere in contatto artisti ed aziende, sul presupposto che "i buoni affari sono la migliore arte", come affermava Andy Warhol. Il fondatore della piattaforma è Luca Desiata, manager e docente di Corporate Art, la disciplina che riqualifica il mondo aziendale con gli occhi degli artisti, alla Luiss Business School. Desiata che è curatore del progetto "Mecenati del XXI secolo" presentato lo scorso anno al Quirinale dinanzi al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha avuto modo di dichiarare in numerose interviste che le realtà aziendali sono dotate di complessità e bellezza e, in quanto tali, possono essere oggetto d'arte. Già un secolo fa le campagne pubblicitarie divenivano bozzetti artistici, come è accaduto per Campari che assegnò a Fortunato Depero il compito di disegnare la bottiglia per il primo aperitivo monodose. Il futurista Depero curò anche i grafici della campagna pubblicitaria del liquore sannita "Strega Alberti" e celebri sono anche i manifesti della Martini. Un'altra citazione di Andy Warhol dice, infine, che "la nascita ci rapisce e la vita ci vende come schiavi", ma se in questo marasma frapponiamo l'arte, l'ancoraggio del bello può portare ad ordine non solo estetico che garantisce maggior equilibrio per pensieri e azioni.