L'emergenza Coronavirus ha costretto la cancellazione di molti gli eventi musicali, sportivi e, in generale, di aggregazione che si sarebbero diverti svolgere in questi mesi. Nel mese di maggio avrebbe dovuto svolgersi l'attesissimo Eurovision Song Contest 2020, ma è stato ufficialmente cancellato.

Eurovision: Diodato non potrà salire sul palco

L’Eurovision Song Contest si sarebbe dovuto svolgere a Rotterdam, in Olanda, dal 12 al 16 maggio, ma è stato cancellato a causa dell’emergenza mondiale da Covid-19.

Gli organizzatori si erano presi del tempo per riflettere sulla reale fattibilità dell'evento. Il rappresentante italiano sarebbe stato Diodato con il pezzo "Fai rumore", vincitore del Festival di Sanremo 2020. Lo scorso anno era stato Mahmood a portare alta la bandiera nazionale all'Eurovision, classificandosi secondo con il brano "Soldi", molto ascoltato anche all'estero.

L'Eurovision Song Contest cancellato a causa del coronavirus

"Con profondo dispiacere dobbiamo annunciare la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam", queste le parole scritte su Facebook dagli organizzatori dell'evento europeo.

Tutto lo staff, si specifica nel comunicato, ha lavorato anche in questi giorni, cercando di trovare alternative possibili e sicure per permettere al Festival di andare avanti nonostante l'emergenza Covid-19. Purtroppo però le restrizioni governative dei vari Stati interessati, le incertezze di questo periodo storico senza precedenti nell'era moderna e le relative conseguenze hanno portato all'inevitabile cancellazione dell'Eurovision Song Contest di quest'anno.

"Impossibile continuare con l’evento live come da programma", si legge ancora nel comunicato. Per la prima volta, nei ben 64 anni di vita dell'Eurovision, l'evento viene cancellato. Lo stesso comunicato lo afferma, sottolineando la gravità della situazione odierna, che tutto il mondo, non solo l'Europa, sta attraversando.

Le iniziative degli artisti in gara

La cancellazione dell'Eurovision Song Contest 2020 ha sottolineato la gravità dell'emergenza da coronavirus.

I partecipanti però stanno già muovendosi e cercando di non vanificare il lavoro fatto in questi mesi per la preparazione delle performance. Ad esempio la giovane cantante Senhit, che avrebbe dovuto esibirsi in rappresentanza di San Marino, ha deciso di realizzare un video tutorial. In esso, che sarà pubblicato nei prossimi giorni, verrà insegnata la coreografia, firmata da Luca Tommassini, ideata proprio per l'Eurovision. In perfetto spirito #iorestoacasa, "Freaky!" (questo il titolo del brano che avrebbe dovuto concorrere a Rotterdam) allieterà la quarantena di molti europei nonostante la cancellazione dell'evento.

Segui la nostra pagina Facebook!