East Forum èun evento annuale promosso dalla rivista internazionale di geopolitica "East" eda Unicredit. Il tema dell'edizione 2013 è "Cittadinanza europea, legittimitàdemocratica e unione economica: Quale agenda per un'Europa più forte".

Stiamoassistendo ad un momento delicato nella storia delle istituzioni comunitarie. Ilprogetto di un'Europa unita che doveva essere foriero di pace e di sviluppo èdifatti entrato ormai da qualche anno in una fase critica: la crisi economica globaleha colpito duramente anche i Paesi dell'Unione, mettendo in risalto fragilità econtraddizioni dello stesso progetto comunitario.

In tal sensogli organizzatori di East Forum hanno pensato di dare risalto alle questioni, alleproblematiche e alle criticità del progetto europeo, creando un vero e propriomomento di riflessione, durante il quale sarà possibile approfondire ladiscussione sulle sfide che l'Europa sarà a breve chiamata ad affrontare erisolvere.

L'interrogativoche gli organizzatori del Forum si pongono è in sostanza quale modello diEuropa serva oggi effettivamente ai cittadini europei. "L'Unione Europea – si leggenella presentazione di East Forum 2013 - si trova davanti ad una crisi da cuiuscirà necessariamente diversa da come la conosciamo oggi".

In tal senso ci si chiede se si dovrà proseguireverso una sempre maggior integrazione oppure se questo processo debba in unqualche modo essere limitato solamente ad alcuni ambiti specifici: si va in sostanzaverso una grossa area di libero scambio oppure verso una Confederazione di Stati,i cd. Stati Uniti d'Europa ?

Lasituazione alla quale abbiamo assistito impotenti nel corso di questo ultimodecennio ci informa tuttavia di un'Europa in seno alla quale la politica e iprogrammi di omogeneizzazione delle legislazioni nazionali hanno lasciato ilpasso ad una attenzione sempre più spasmodica per gli aspetti prettamenteeconomico-finanziari dell'Unione.

Si è in pratica diffusa l'idea che l'economiasia, non quella scienza in base alla quale è possibile programmare un modellodi sviluppo sociale, ma piuttosto un mero esercizio di contabilità generale.

Quella inatto è già nei fatti solamente una grossa area di libero scambio, per di piùafflitta dalle problematiche derivate dalla crisi economica. Se dunque si vuolesalvare l'idea di un'Europa Unita, non si può che ripartire dallaconsiderazione che questa Unione è ancora troppo labile per poter esseredefinita come tale: riportare in primo piano la legislazione europea comestrumento di unificazione delle singole realtà nazionali e come strumento diarmonizzazione delle differenze è l'unica strada che è possibile percorrere, perchél'altra Europa, per intenderci quella delle banche e dell'alta finanza presto otardi si accartoccerà su se stessa.

Lamanifestazione si svolgerà il prossimo 11 luglio a Roma, in Piazza delCampidoglio, presso la Sala della Protomoteca. Al di là della ovvia presenzadei rappresentanti del Governo italiano (sarà il ministro degli Esteri EmmaBonino ad introdurre i lavori e il Presidente del Consiglio Enrico Letta aconcluderli) è prevista la partecipazione di numerosi esperti nazionali ed internazionali.

Il programma completo del Meeting è consultabile sulsito ufficiale di East Forum 2013 (Eastforum.it).Sullo stesso sito è inoltre possibile effettuare la registrazione dei propridati personali per poter essere accreditati e partecipare alla manifestazione.

Segui la nostra pagina Facebook!