Con la legge di bilancio 2018 si conferma anche per il prossimo anno l'importo del canone, che resterà di 90 euro. Il nuovo pacchetto di emendamenti presentato alla Camera dei Deputati [VIDEO] precisa le modalità di pagamento attraverso la bolletta elettrica, mentre l'Agenzia delle Entrate ha già rilasciato le linee guida per garantire l'esenzione a coloro che ne faranno esplicita richiesta. Vediamo insieme in che modo sarà necessario certificare la propria situazione di esenzione e come far pervenire la propria domanda agli istituti preposti.

Canone RAI ed esenzione per il 2018: le regole da seguire per l'invio della richiesta

La domanda di esenzione dovrà innanzitutto essere redatta sulla base del modello di dichiarazione sostitutiva [VIDEO] che risulta presente sia sul sito web dell'Agenzia delle Entrate che presso quello della Rai.

Il plico, debitamente compilato e unito alla copia di un documento identificativo, dovrà quindi essere inviato tramite raccomandata senza busta all'Ufficio dell'AdE di Torino 1, SAT - Sportello abbonamenti tv - Casella Postale 22 - 10121 Torino. Chi possiede una casella di posta elettronica certificata può utilizzare anche la modalità digitale per la consegna della documentazione. Ricordiamo infine che l'esenzione risulterà valida solo per il 2018, pertanto qualora la situazione rimanga immutata sarà necessario presentare una nuova domanda nel 2019. #Rai1 #Canone Rai #politica