L’indennità di frequenza è un sostegno economico che l’Inps concede, dietro presentazione di domanda, per favorire l’inserimento scolastico e sociale dei minori che hanno problemi o disabilità. A chi è rivolto il bonus per i minori con difficoltà? Il beneficio spetta a tutti i cittadini che non abbiano ancora compiuto la maggiore età e che abbiano effettive difficoltà nello svolgere dei compiti relativi alla propria età, ma anche a minorenni che abbiano subito una perdita uditiva maggiore dei 60 decibel.

L'ente previdenziale, in questi casi, offre un sostegno per aiutare tali minori ad inserirsi nuovamente nella società

Come funziona tale beneficio?

Per poter accedere a tale bonus, il tutore o genitore del minorenne deve dimostrare i requisiti sanitari senza i quali il bonus non è ammissibile. A tal proposito deve inoltrare la domanda al servizio Inps “Invalidità civile - Presentazione per il riconoscimento dei requisiti sanitari”.

Dopo che tali requisiti siano accertati il beneficio economico viene corrisposto allo spettante per un massimo di 12 mesi a partire dal mese dopo l’inizio del corso o trattamento per la riabilitazione o terapie.

Quanto spetta? Nuovi importi per il 2018 e soglie di reddito

Il bonus viene elargito per l’intera durata della frequentazione (per un anno). Per l'anno in corso, ovvero il 2018, l’importo ammonta a 282,55 euro mensili.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il limite di reddito invece sempre per quest’anno non deve superare i 4.853,29 euro. Per capire se si è in possesso dei requisiti economici al trattamento, l’interessato deve fornire una propria autocertificazione con una prima stima dei redditi dell’anno in corso. Se il reddito è particolarmente basso, tale beneficio può essere anche aumentato, come stabilisce la legge.

Quando fare domanda e come si inoltra?

Per ottenere il beneficio economico, è indispensabile avere il riconoscimento della disabilità dopo accertamento medico, quindi bisogna richiedere al proprio medico curante il certificato con codice della disabilità da inoltrare all’Inps.

Quando lo stato sarà accertato, l’Inps riconosce il bonus e lo comunica tramite raccomandata o posta Pec. A questo punto il beneficiario, o chi per lui, deve presentare il modulo AP70 sempre nella sezione di Invalidità civile. Può fare direttamente ciò accedendo all’area riservata tramite Spid o Pin dispositivo. In alternativa la domanda può essere presentata tramite caf o patronati che devono offrire il servizio in maniera gratuita.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto