Nei giorni di giovedì 1 e venerdì 2 agosto potrebbe risultare difficile prelevare denaro dal bancomat, a causa di uno sciopero nazionale che coinvolgerà dipendenti che svolgono lavori legati al trasporto valori e all'attività di vigilanza.

La scarsità di denaro contante dovuta all'assenza di portavalori potrebbe creare disagi

I sindacati CGIL, CISL e UIL hanno indetto uno sciopero a carattere nazionale che potrebbe causare non pochi problemi agli italiani. Nelle prime due giornate del mese di agosto potrebbe essere difficile o impossibile il prelievo da bancomat o addirittura da sportello.

Tutto questo a causa del coinvolgimento in questa iniziativa di alcune figure professionali fondamentali per lo svolgimento delle normali attività degli istituti di credito. Gli addetti alla sorveglianza e al trasporto valori hanno un ruolo principale senza del quale si blocca l'operazione di prelievo di denaro contante.

Alcune banche, come Intesa San Paolo, hanno avvisato i propri clienti attraverso i social o delle mail aggiungendo che il disagio potrebbe riguardare anche l'operazione di prelievo agli sportelli veloci che potrebbe risultare impossibile da eseguire a causa della mancanza di contante.

Lo sciopero ha l'obiettivo di sollecitare sulla questione del contratto collettivo che non viene rinnovato dal 31 dicembre 2015. I settantamila addetti alla vigilanza e ai servizi fiduciari protestano per un aumento di stipendio.

I pensionati saranno i più penalizzati dalla protesta dell'1 e 2 agosto

L'allerta per la scarsità di denaro contante preoccupa perché i due giorni di protesta coincidono con le date di accreditamento delle pensioni e degli stipendi di milioni di lavoratori. I sindacati sono sul piede di guerra e hanno rifiutato le proposte arrivate fino adesso da parte delle aziende, perché erano orientate verso una maggiore flessibilità dell'orario di lavoro, privo di regole, a garanzia degli interessi esclusivi degli imprenditori penalizzando i dipendenti.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Pensioni Politica

Molti istituti di credito hanno consigliato, qualora ce ne fosse la possibilità, di prelevare nella giornata di ieri, 31 luglio, per far fronte all'eventuale disagio. Le alternative ai contanti sono molte, grazie ai vantaggi dei mezzi di pagamento digitale, come ad esempio le carte di credito o le applicazioni da installare sugli smartphone, ma per gli anziani sarà un grosso fastidio la mancanza di contanti nel giorno di erogazione delle Pensioni.

Dallo sciopero sono esclusi i dipendenti di vigilanza che operano negli aeroporti: per la loro categoria la giornata di protesta è stata fissata per il 6 settembre.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto