'Ma cosa pensa Renzi, che la Scuola sia la sua?' Con queste parole significative, Marcello Pacifico, presidente dell'Anief, ha voluto esprimere, in un'intervista pubblicata dal noto quotidiano torinese 'La Stampa', tutto il proprio disappunto verso la presa di posizione del Presidente del Consiglio nei confronti della Buona Scuola ed, in particolare, sul capitolo riguardante le assunzioni.

Il sindacato minaccia 'class action', ricorsi e manifestazioni perchè il governo Renzi ha illuso i precari per dieci mesi: 'ci sono delle persone' sottolinea Pacifico 'che non ha esitato a fare delle vere e proprie scelte di vita sulla base di quanto veniva promesso loro dalla riforma' per poi rischiare di ritrovarsi a settembre di nuovo con un pugno di mosche.

Pubblicità

Assunzione precari: la legge che autorizza il ruolo per 150.000 docenti

'Se Renzi pensa che la scuola sia la sua, si sta sbagliando di grosso perchè la scuola è di tutto il Paese e appartiene a tutti i cittadini', ha ribadito Pacifico, puntando il dito verso l'urgente esigenza di emanare in fretta il decreto legge che autorizzerebbe le 150.000 assunzioni previste nella scuola che, tra l'altro, sono già state finanziate da sei mesi: tali assunzioni sono state disposte da una legge del 23 dicembre scorso che autorizza le immissioni in ruolo per i docenti inseriti nelle GaE e nelle Graduatorie di merito. 

Anief e assunzione precari: 'Sarà la più grande class action contro lo Stato italiano'

Una legge attraverso la quale lo Stato italiano voleva altresì 'tranquillizzare' la Commissione Europea in merito alle infrazioni commesse nei confronti dei precari, attraverso l'abuso dei contratti a termine. Marcello Pacifico sottolinea come sia giunta l'ora di fare quello che ci dice l'Europa.

Pubblicità

Se tutto ciò non dovesse accadere e le assunzioni fossero rimandate, il presidente dell'Anief ha minacciato di citare la Presidenza del Consiglio, non davanti al Tar, ma direttamente al tribunale civile di Roma, dove 'chiederemo risarcimenti milionari'. L'Anief, inoltre, si dichiara disposta ad offrire patrocinio gratuito per tutti quei precari che sono stati traditi dallo Stato prima e dal governo Renzi, ora. 'Sarà la più grande class action contro lo Stato italiano' promette Marcello Pacifico.