Prima le supplenze e poi la risposta alla proposta di assunzione del Miur. Questo è l'imperativo vigente in questi giorni che rimangono prima dell'inizio dell'anno scolastico 2015/6. Abbiamo già discusso sulla questione riguardante le scadenze ravvicinatissime con le quali dovrà fare i conti Viale Trastevere affinchè non arrivi un'altra bordata di critiche e di polemiche per le 'malefatte' della Buona Scuola.

Entro il 2 settembre dovrebbero arrivare a circa diecimila precari (nelle caselle email indicate nella loro domanda di assunzione) le proposte di contratto a tempo indeterminato: da quel momento, ciascun insegnante avrà a propria disposizione dieci giorni di tempo per accettare o per rifiutare tale proposta.

Pubblicità

Assunzioni scuola: entro l'8 settembre le supplenze

Il dilemma riguarda proprio le supplenze: è logico aspettarsi che i precari, in attesa sia della proposta di assunzione che della chiamata per l'incarico annuale, debbano conoscere in anticipo se l'incarico a termine verrà confermato oppure no.

Da qui nasce l'esigenza di completare le operazioni di conferimento delle supplenze entro il prossimo 8 settembre. L'amministrazione centrale, due settimane fa, aveva già dato agli Uffici Scolastici Regionali un primo avviso su quelle che sarebbero state le tempistiche da rispettare (nota N.

1515 dell'11 agosto) ma attraverso la nota N. 1548 dello scorso 20 agosto, il Miur ha ulteriormente precisato la procedura che dovrà essere adottata dagli USR. 

In particolare, le supplenze dovranno essere assegnate non soltanto per i posti derivanti dall'organico di fatto ma anche su quelli che si renderanno disponibili dopo la comunicazione dei contingenti fissati per i contratti a tempo indeterminato.

Supplenze anno scolastico 2015/6: come procederanno gli Uffici Scolastici Regionali?

Come procederanno, pertanto, gli Uffici Scolastici Regionali? Secondo quanto riportato dal numero odierno del quotidiano specializzato 'Italia Oggi', inizialmente verranno conferiti incarichi di supplenza al 30 giugno. 

Una volta che verrà completata la fase B del piano straordinario assunzionale e si conoscerà il numero reale dei posti assegnati, gli Uffici Scolastici Regionali saranno chiamati a calcolare il numero dei contratti a termine da conferire con scadenza 31 agosto: fatto questo, si procederà alla relativa trasformazione (al 31/8) di quei contratti già stipulati in precedenza con i docenti primi in graduatoria e con scadenza provvisoria al 30 giugno.

Pubblicità