Il bonus da 500 euro Miur per i docenti della Scuola sta arrivando. A confermarlo è il MEF, che comunica di aver effettuato l'elaborazione per il pagamento delle somme relative alla card docenti. A riferirlo è il sito Orizzonte Scuola, che rassicura i docenti che ancora stentano a credere all'arrivo dei soldi. Mancano ancora le istruzioni dettagliate del Miur, che dovrebbero chiarire come spenderlo, ma il denaro arriverà a breve. A breve, ma non per tutti. Chi sono gli esclusi? Quali le modalità di erogazione?

Scuola, bonus da 500 euro Miur: come viene erogato

Come anticipato qualche giorno fa, il bonus da 500 euro Miur non è stato erogato nella busta paga di ottobre come tutti si aspettavano, in quanto non costituisce reddito imponibile.

Pubblicità

Il Miur aveva rassicurato i docenti del fatto che l'erogazione sarebbe arrivata con una speciale emissione successiva. E così sarà. Il pagamento sarà effettuato a breve con data di esigibilità antecedente alla rata ordinaria di ottobre 2015. La pubblicazione dell'avvenuta erogazione potrà essere visualizzata nell'area privata di NoiPA solo in un secondo momento. Ma chi riceverà i soldi?

Card docenti: chi sì e chi no

La legge 107/2015 stabilisce che a ricevere i 500 euro per l'aggiornamento e la formazione siano i docenti di ruolo delle scuole di ogni ordine e grado.

Niente soldi per la formazione dei precari e dei docenti delle scuole private. Il Miur ha anche chiarito che gli esclusi dal bonus comprendono il personale educativo, quelli appartenenti al comparto AFAM e quelli che cessano il servizio nel corso dell'a.s. 2015/2016. A queste informazioni, aggiungiamo che i soldi saranno erogati per tutti coloro la cui data di assunzione è antecedente al 9 ottobre 2015. E chi verrà assunto successivamente, con la fase C del piano straordinario di immissioni in ruolo di quest'anno? Per questi docenti sono previste emissioni speciali mensili successive alla loro assunzione.

Pubblicità

Resta aggiornato sul mondo della scuola, cliccando il tasto Segui in alto vicino al titolo.