In relazione alla tempistica indicata dal Miur, mancano ancora alcuni giorni o forse anche più di una settimana per la definizione e pubblicazione delle nuove Graduatorie di Istituto che comprenderanno anche i nuovi abilitati all'insegnamento e sul sostegno Questi ultimi saranno inclusi nella II fascia con un passaggio dalla III nella quale era inseriti nelle GI 2014/2017. Fino a questo momento i contratti stipulati dalle segreteriesono stati fino all'avente diritto (ovvero i nuovi abilitati), motivo per cui su Istanze Online non è possibile vedere una data di termine del rapporto di lavoro.

È però ora importante, con l'assegnazione di nuova supplenza con le nuove convocazioni, verificare la tipologia di contratto inserito dalle scuole in cui si è prestato servizio, e che sia stato validato dal dirigente scolastico per poter ottenere la retribuzione. Ecco come fare per poter controllare che la propria posizione sia a posto e in regola per la ricezione dello stipendio in tempi utili. Non sono pochi infatti i docenti che, seppur entrati in servizio a settembre, non hanno ancora ricevuto la prima retribuzione.

Verificare il contratto su Istanze Online

Di seguito alla pubblicazione delle nuove GI, tutte e scuole provvederanno ad effettuare nuove convocazioni: il contratto fino all'avente diritto sarà trasformato in un incarico con data certa, sia esso annuale o fino al 31 agosto (in alcuni casi anche fino al 10 giugno 2016), su altra sede, accettando altro incarico, o sulla stessa, con l'accettazione di una proroga, nel caso in cui il posto toccasse alla stesso docente che ha già preso servizio.

In considerazione del cambiamento della tipologia del contratto, è bene controllare se il contratto fino all'avente diritto è stato correttamente trasmesso dalla segreteria telefonica: non è infatti una gran meraviglia ritrovarsi ad accettare una supplenza fino all'avente diritto e poi ritrovarsi con un contratto di supplenza breve. Per ottenere la retribuzione è però necessario che i contratti siano stati caricati dalle scuole e che siano stati validati dal DS.

Lo stesso vale per i docenti che quest'anno sono passati di ruolo in una delle fasi del piano straordinario: alcuni continuano a percepire lo stesso importo da precari perché il caricamento e l'invio dei dati non è ancora avvenuto o le procedure sono rimaste bloccate in qualche sede durante l'inoltro della documentazione. Anche se alcuni docenti sono stati assunti nella fase 0 del turn over e sono già passati due mesi dall'assunzione.

Come controllare il contratto online su IoL

Collegatevi dunque su Istanze Online con le vostre credenziali e cliccate ala vostra destra su 'accedi' ai servizi' e di seguito sempre alla vostra destra cliccate su 'altri servizi' e 'accedi'.

La nona voce che vi apparirà è 'contratti online': cliccando su questa sezione avrete la possibilità di accedere a tutti i contratti che sono stati stipulati dall'a.s.2014/2015 e fino a questo momento. La prima pagina - alla quale dovrete dare come comando 'avanti' - vi permetterà di avere una sorta di legenda sullo stato del vostro contratto, se validato, se trasmesso; di seguito potrebbe consultare tutti i vostri contratti online. Cliccandoci sopra potrete avere anche il dettaglio della Scuola e il testo integrale del contratto che avete firmato. Se il contratto è fino all'avente diritto potrete anche trovare una scadenza di 99/99/999.

Se non doveste trovare il vostro contratto, è bene contattare la segreteria per chiedere informazioni in materia di caricamento. Molto importante come indicato sopra, è anche lo stato di validazione del preside che altrimenti non permette l'invio dei dati per il pagamento del corrispettivo lavorato. Controllate ora la vostra posizionein modo da essere certi di poter essere retribuiti regolarmente. Se avete trovato la news interessante, continuate a seguirci cliccando su 'segui' o votando la news cliccando sulle 5 stelle gialle in alto alla vostra destra.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!