Attraverso un comunicato ufficiale, pubblicato sul portale Cisl Scuola, le rappresentanze sindacali della Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals-Confsal e Gilda-Unams, provvedono ad informare tutto il personale scolastico in merito al duplice ricorso unitario presentato al Tar del Lazio contro la legge 107 e riguardante l'incostituzionalità derivante dall'esclusione dal piano assunzioni di numerosi docenti e lavoratori Ata.

Sindacati presentano ricorso unitario al Tar del Lazio per incostituzionalità piano assunzioni

Per quanto riguarda il personale docente, i sindacati contestano l'esclusione illegittima degli insegnanti abilitati (TFA, PAS), dei precari della scuola dell'infanzia, dei numerosi supplenti con più di 36 mesi di servizio che andrebbero stabilizzati in virtù della sentenza emessa lo scorso 26 novembre 2014 dalla Corte di Giustizia Europea, nonchè dei diplomati magistrali ante 2001/2, per i quali il Consiglio di Stato ha riconosciuto il pieno valore del titolo conseguito.

Pubblicità

I sindacati hanno impugnato, ripetiamolo, unitariamente il DGG N. 767 del 17 luglio 2015, quello riguardante il piano assunzionale straordinario indetto dal Ministero dell'Istruzione, decreto che costituisce il primo provvedimento della riforma Buona Scuola, in attuazione di quanto contenuto al comma 95 dell'articolo 1 della legge N. 107/2015 del 13 luglio scorso.

Si ritiene, infatti, che il provvedimento sia in palese contrasto con quanto enunciato dagli articoli 3 e 22 della Costituzione italiana, in quanto esclude in modo irragionevole e discriminante numerosi precari che possiedono requisiti tali da ritenerli equivalenti a quelli delle altre categorie ammesse al piano di immissioni in ruolo.

Scuola, ricorso sindacale al Tar del Lazio anche per il personale Ata

Le rappresentanze sindacali, attraverso un secondo ricorso, chiedono oltremodo l'annullamento del suddetto DDG N. 767/2015 relativamente alla parte riguardante l'esclusione illegittima del personale ATA dallo stesso piano assunzioni della legge 107. Come per il personale docente, infatti, i sindacati non comprendono l'ingiustificata esclusione di tutti quei lavoratori che hanno prestato servizio per oltre 36 mesi e che potrebbero essere addirittura già stabilizzati in considerazione della consistente disponibilità di posti.Il comunicato sindacale è stato firmato da:

  • Domenico Pantaleo della Flc-Cgil
  • Francesco Scrima della Cisl Scuola
  • Giuseppe Turi della Uil Scuola
  • Marco Paolo Nigi della Snals-Confsal
  • Rino Di Meglio della Gilda-Unams.