La Ministra dell'Istruzione Stefania Giannini ha siglato un importante protocollo d’intesa con le società Fastweb e Eppela che ha fatto nascere il progetto FastUp School per finanziare iniziative che avvicinino gli studenti alla tecnologia e migliorino la didattica digitale.

L'iniziativa è stata presentata il 14 gennaio in una conferenza stampa cui hanno partecipato, oltre al Ministro dell'Istruzione, anche l'Amministratore delegato di Fastweb, Alberto Calcagno, e l'Amministratore delegato della società Eppela, Nicola Lencioni.

Erano presenti anche i Dirigenti Scolastici di quattro scuole di diverse regioni italiane, già impegnate in importanti progetti di innovazione digitale, che certamente desteranno interesse nelle famiglie al momento della scelta della scuola cui iscrivere i figli.

Il crowdfunding nelle scuole

Il crowdfunding è una pratica di microfinanziamentocollaborativo che coinvolge più persone interessate a mettere in comune risorse economiche per sostenere progetti condivisi. Spesso viene utilizzato in occasione di tragedie umanitarie, sostegno a ricerche scientifiche, difesa del patrimonio artistico, finanziamento di campagne elettorali, ecc.

Nelle scuole esistono già alcune iniziative isolate basate su questa forma di finanziamento, ma solitamente si tratta di piccoli progetti poco noti. Il progetto FastUp School è la prima iniziativa di crowdfunding scolastico a livello nazionale. Sarà interessante vedere quante scuole aderiranno e, soprattutto, quanti cittadini contribuiranno al finanziamento dei progetti proposti.

Come funziona FastUp School

Le scuole partecipanti al progetto potranno proporre iniziative di vario tipo, basate sull'uso di tecnologie informatiche avanzate, utili per l’apprendimento o per sostenere bisogni educativi speciali. Si potranno proporre anche corsi di programmazione e attività di formazione per docenti sull’utilizzo consapevole di Internet.

Tra i progetti proposti verranno selezionati quelli più promettenti e innovativi, oltre che coerenti con le linee programmatiche del PianoNazionale Scuola Digitale.

Per gestire la documentazione del progetto verrà utilizzato Protocolli in Rete, un applicativo del Miur pensato appositamente per gestire i bandi di concorso.

Come avviene il finanziamento

La società Eppela metterà a disposizione delle scuole la propria piattaforma di crowdfunding, pensata per gestire la pubblica raccolta dei fondi necessari per finanziare il progetto. Se la raccolta riuscirà a raggiungere il 50% del budget preventivato, Fastweb provvederà a cofinanziare il rimanente 50% fino a un massimo di10.000 euro per progetto. E' evidente che le scuole finanziate avranno un maggiore successo nelle future iscrizioni degli studenti.

Occorre ricordare che il finanziamento sarà a fondo perduto e che la proprietà della realizzazione rimarrà alla scuola. I progetti finanziati saranno seguiti per un anno dagli esperti di Fastweb e di Eppela che forniranno indicazioni utili per l'avviamento del progetto e per valorizzare i suoi prodotti. E' probabile che se il progetto avrà successo vedremo in futuro nelle scuole altre iniziative simili, non necessariamente limitate al solo settore tecnologico.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!