Con la revisione delle classi di concorso, si sblocca un importante tassello per la pubblicazione del bando del concorso scuola 2016. Dopo mesi di rinvii e promesse non mantenute ora sembrano proprio non esserci più scuse: i bandi (3, uno per Scuola dell’infanzia e primaria, medie e superiori e sostegno) saranno pubblicati entro la prima settimana di febbraio – ha annunciato il ministro Giannini - per poter consentire lo svolgimento del concorso nei tempi dovuti. Le prove del concorso a cattedre avranno infatti inizio già a marzo ma c’è già la preoccupazione per un ennesimo rinvio: solo pochi giorni fa Faraone aveva fissato il termine ultimo del 1° febbraio, esteso dalla Giannini alla prima settimana dello stesso mese in vista dell’atteso via libera della Corte dei Conti e soprattutto del Consiglio Superiore dell’Istruzione che può esprimersi ancora entro il 28 gennaio.

Tempi risicati, come sempre, con il timore di un ennesimo rinvio.

Niente test preselettivo, fondamentale la conoscenza dell’Inglese

Con la pubblicazione dei bandi di concorso entro la prima settimana di febbraio, tutta l’attenzione si concentra ora sulla modalità di svolgimento delle prove di cui emergono i primi dettagli. Confermate le previsioni di una prova scritta al computer e un orale composto da lezioni simulate, non ci sarà invece il test preselettivo originariamente previsto per le scuole dell’infanzia e primaria.

“Non l’abbiamo voluto, perché esaminiamo professionisti già abilitati” ha commentato su Facebook Davide Faraone. Fondamentale sarà inoltre un’adeguata conoscenza della lingua inglese (livello B2 per la primaria), le cui competenze verranno testate sia nello scritto che nell’orale.

Svolgimento prova scritta e orale, per alcune materie anche un laboratorio

Per gli oltre 200mila abilitati che si contenderanno i 63mila posti disponibili ci saranno 150 minuti per rispondere ad un questionario di 8 domande a risposta aperta (di cui due in lingua straniera) mediante l’utilizzo del personal computer, la prova orale invece durerà 45 minuti e seguirà probabilmente le modalità del concorso Profumo 2012 in cui i candidati dovevano simulare una lezione in classe davanti ad una commissione.

In tale sede ci sarà un ulteriore valutazione sulla lingua straniera che prenderà gli ultimi 10 minuti della prova e, per alcune materie più tecniche (es. musica e arte) ci sarà una terza prova laboratoriale dove gli aspiranti docenti dovranno dare prova delle abilità in possesso e dovranno illustrare come trasferire agli alunni le conoscenze acquisite. Preponderante sarà la prova scritta cui sarà assegnato un punteggio massimo di 30 punti contro i 10 di quella pratica.

Per quel che riguarda le tempistiche del Concorso Scuola 2016 invece le prove scritte si svolgeranno a fine marzo, a giugno quella orale, in modo tale da consentire ai nuovi insegnanti di essere operativi già dall’avvio del nuovo anno scolastico.

Se desiderate rimanere aggiornati sulle news relative alla Scuola e al Concorso 2016 vi invitiamo a cliccare il tasto “Segui” in alto.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!