Arriva un nuovo invito dalla Commissione lavoro della Camera al Governo per quanto concerne le riforme da portare avantinelmondo del lavoro e della previdenza. A commentare la necessità di un intervento è ancora una volta l'On. Cesare Damiano, che ha preso spunto dalla recente discussione tra Ferruccio De Bortoli ed il Ministro Boschi sul Corriere della Sera, in merito a ciò che rende distante la politica dai cittadini. "All'esecutivo deve essere riconosciuta la volontà di spingere avanti il Paese" ha spiegato l'esponente democratico, enfatizzando il ruolo di modernizzazione svolto dall'attuale Governo.

Ma resta ancora da assolvere il compito relativo alla correzione della precedente riforma previdenziale: "quello che vorremmo suggerire è la necessità di tenere conto, nel programma del Governo, di alcune priorità. In estrema sintesi sicurezza, lavoro e Pensioni".

Pensioni flessibili: occorre modernizzare il sistema di uscita dal lavoro

"Se non affronteremo anche il tema dell'ammodernamento del sistema previdenziale attraverso la flessibilità, aumenterà il numero dei poveri" spiega l'On. Damiano, facendo riferimento ai tanti lavoratori che perdono il proprio impiego in età avanzata, diventando quindi delle "vittime" dei processi di ristrutturazione aziendale che caratterizzano l'economia moderna.

Mentre allo stesso tempo le attuali regole rischiano di penalizzare fortemente anche un'altra categoria di lavoratori, quelli più giovani che sono alla ricerca del primo impiego. "Diventerà sempre più difficile l'accesso al lavoro da parte dei giovani", con il risultato che ci troveremo "aziende popolate di settantenni che mantengono a casa, disoccupati, i propri figli e nipoti": Si tratta di uno scenario da evitare, visto che risulta lontano dalle politiche sottoscrivibili da formazioni di sinistra.

Per questo motivo, secondo il Presidente della Commissione lavoro l'anno in corso deve essere quello della "flessibilità", una "scelta che sicuramente contribuirebbe a ridurre la distanza tra cittadini e politica".

E voi, cosa pensate delle ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato? Come da nostra prassi, vi ricordiamo la possibilità di aggiungere un commento nel sito in merito all'articolo, mentre per restare aggiornati e ricevere gli ultimi articoli sulle pensioni vi suggeriamo di utilizzare la funzione "segui" che trovate vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!