Dopo il concorso fuorilegge, il concorso truffa e quello inutile, arriva anche il concorso 'circo', la nuova definizione coniata dai precari per etichettare la prossima maxi selezione voluta dal governo e che, tra mala organizzazione e ingiustizie, rischia di assumere i contorni di un vero e proprio fallimento. 

Ultime notizie concorso scuola, mercoledì 20 aprile 2016: Faraone 'Ci scusiamo, può capitare'

L'ultima 'buffonata' è arrivata con le rettifiche degli elenchi relativi agli abbinamenti candidati/aule, resesi necessarie dopo il clamoroso abbaglio dell'ordine secondo la data di nascita. Il sottosegretario al Miur, Davide Faraone, nel corso della trasmissione andata in onda su Radio1, 'La radio ne parla', si è scusato per quanto avvenuto, di fronte alla vicepresidente del Coordinamento nazionale Tfa, Sara Piersantelli.

Pubblicità
Pubblicità

'Ci scusiamo per l'errore - ha dichiarato l'esponente PD - ma non è cambiato nulla in sostanza. Se a qualcuno capiterà di andare in una Scuola lontana 100 metri rispetto alla precedente sede, ci dispiace. Un piccolo inconveniente ci può stare, stiamo approntando una prova selettiva per 165mila persone'. Un'insegnante sul Web ha commentato: 'Il concorso è un circo, prima ero in una cittadina turistica, ora mi ritrovo in un paese con l'albergo più vicino a 10 chilometri'.

Pubblicità

Scuola, è concorso 'circo': docenti confusi sul da farsi, 'perso già tempo e soldi'

'Il fatto quotidiano' ha pubblicato quest'oggi, mercoledì 20 aprile, alcune testimonianze emblematiche dei grandi disagi che stanno già subendo e che, temiamo, dovranno ancora subire i precari.

Luigi Bozzi, candidato al concorso per insegnare italiano, parla di molti amici che ci hanno già rimesso soldi e tempo: lui, invece, aveva prenotato l'albergo a Sezze per il 2 maggio, secondo quanto indicato dall'elenco precedentemente pubblicato.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Ora, invece, si ritrova assegnato ad una sede di Roma e si è trovato costretto a disdire l'albergo: per sua fortuna, il titolare è stato comprensivo e gli semplicemente annullato la prenotazione. Ora l'insegnante dovrà prenotare (in ritardo) il treno anche perchè, visto il caos tuttora in corso, ha deciso di aspettare ancora un po'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto