Che il concorso edizione 2016, il primo della Buona Scuola di Renzi, fosse accompagnato dalle polemiche e dai ritardi è stato subito sotto gli occhi di tutti. Dopo il clamoroso ritardo nell'emanazione del bando (a fine febbraio 2016 anziché a inizio dicembre 2015, come previsto dalla legge 107), tutte le operazioni di reclutamento dei nuovi docenti hanno subito forti ritardi e colpevoli disservizi, anche nell'invio delle domande di candidatura e nel reperimento dei commissari che avrebbero dovuto presenziare a scritti, orali e correzioni.

Se possibile, la situazione delle ultime settimane è anche peggiorata ed ecco i perché.

Concorso scuola 2016: altissimo il numero dei bocciati

Innanzitutto le correzioni stanno rivelando numeri al limite della credibilità: in Liguria, otto candidati su dieci non hanno superato nemmeno lo scritto e il numero degli ammessi agli orali tra i docenti del sostegno sono all'incirca gli stessi. Colpa, dicono i candidati, nella fase degli scritti, di quesiti che non rispecchiano la valutazione sulla preparazione che dovrebbe dimostrare chi andrà ad insegnare nelle scuole.

Del resto, la stessa Accademia della Crusca ha attaccato il ministero dell'Istruzione per l'assenza, agli scritti, di domande relative alla lingua italiana anche tra i futuri professori che insegneranno la nostra lingua. Adogni modo, su circa165 mila iscritti al concorso 2016 per gli oltre 63 mila posti, si rischia di arrivare a coprirne nemmeno la metà, secondo quanto riportato oggi dalla Gazzetta del mezzogiorno.

Concorso docenti 2016: griglie in ritardo e situazione Tfa

In più manca la trasparenza sulle griglie di valutazione utilizzate per correggere gli scritti del concorso: molte sono state rese note in ritardo di settimane, se non di mesi, e alcune non sono mai state pubblicate. E c'è la questione degli abilitati attraverso i Tirocini formativi attivi (Tfa): i docenti che li hanno preceduti hanno ottenuto l'insegnamento in virtù della loro preparazione e della selezione pubblica che hanno dovuto già affrontare per poter accedere al tirocinio stesso.

Per quelli che stanno affrontando il concorso, l'abilitazione è valsa semplicemente per l'ammissione.

Concorso 2016 da annullare?

Bocciature, griglie di correzione e valutazione, questione Tfa: ce n'è abbastanza perché da più parti si avanzi la richiesta di annullamento del concorso nella scuola del 2016. Senza contare le numerose irregolarità: l'ultima riguarda una foto che sta facendo il giro del web che immortala un computer con una domanda del concorso ancora da compilare nella schermata e l'usodi un software di utilizzo da remoto.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Che gli aiuti ad alcunicandidati siano arrivati dall'esterno?

Segui la nostra pagina Facebook!