"Nel giorno in cui le agenzie di stampa ci danno i dati della disoccupazione in aumento, io le chiedo una cosa molto semplice e le offro un punto di vista gratuito:mandare in pensione le persone, crea occupazione". Lo afferma l'On Walter Rizzetto (Fratelli D'Italia - Alleanza Nazionale) nel pomeriggio di giovedì 3 novembre, durante il question time tenutosi alla Camera e rivolgendosi al Ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Il Parlamentare mette in evidenzainnanzitutto i dati sul lavoro:"mica come quella roba lì dei voucher, che voi volete far passare per occupazione.

Allora Ministro la domanda è semplice: parliamo dei lavoratori precoci, di coloro che hanno iniziato da giovani a lavorare e che hanno versato più di 41 anni o 41 anni di contributi. Io non ci vedo nulla di sano e di buono in quello che avete scritto nella legge di stabilità" evidenzia il Vice Presidente della Commissione lavoro. "Non ci vedo nulla di sano ad escludere alcune categorie (occupati e disoccupati), non ci vedo nulla di sano ad andare avanti con questa follia che si chiama aspettativa di vita e che dovrebbe essere decapitata".

Riforma pensioni e quota 41: su proposta 857 c'era accordo di tutti

ll Parlamentare torna poi sulla proposta di flessibilità previdenziale già depositata alla Camera."Come volevasi dimostrare, non volete risolvere il problema. Quanti conciatori di pelle ci sono in Italia?" chiede provocatoriamente l'On. Rizzetto, riferendosi alle categorie di lavoratori inserite nella tutela della quota 41 all'interno della LdB2017.

"Io penso che andava fatta un'altra cosa, un Ministro del lavoro che ha a cuore i c.d. quota 41 li avrebbe mandati in pensione tutti, senza esclusione. In Commissione lavoro eravamo d'accoro Ministro, anche le opposizioni erano d'accordo nel votare la proposta del Presidente Damiano, la 857 che avete decapitato".

Pensioni e LdB 2017: gli altri nodi ancora da sciogliere

Il Parlamentare si concentra poi sull'impianto della nuova Manovra, esponendo le proprie perplessità.

"Ministro, manderete in pensione qualche migliaio di persone. Vi siete inventati questo animale mitico-pensionistico che è l'APE, questo anticipo pensionistico è una schifezza. Uno deve accendere un mutuo a 63 anni per andare in pensione?" si domanda ancora una volta il Parlamentare. "Non sento più nulla rispetto all'8va e definitiva salvaguardia, non sento più nulla rispetto alla proroga di Opzione Donna, non sento più nulla: dov'è il Ministro Padoan che deve darci i dati del contatore di opzione donna? Non lo vedo in aula. Non sento più nulla per gli insegnanti di quota 96, non sento più nulla per le 15enni della Riforma Amato, non sento più nulla rispetto alla proroga di opzione donna al terzo trimestre, sento soltanto che taglierete un'altra volta l'accesso ala pensione per migliaia di persone, manderete in pensione soltanto pochi quando queste persone si fidavano di questo Governo".

L'esponente della Commissione lavoro conclude quindi il proprio intervento sottolineando nuovamente che "eravamo tutti d'accordo, opposizione e maggioranza in Commissione,nel mandare in pensione i quota41 senza se e senza ma. Un'altra volta state dando ragione alla pessima ManovraFornero".

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un commento nel sito, mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulla previdenza vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!