Entro la fine di questa settimana arriveranno le Faq sul sito del ministero dell'Istruzione riguardanti i docenti del potenziamento della Scuola. A darne notizie è il giornale Italia Oggi che anticipa anche quali saranno le domande e risposte che andranno che i docenti potranno consultare online per avere chiarimenti. Infatti, l'attesa circolare da parte del ministero dell'Istruzione non arriverà e sarà sostituita proprio dalla pubblicazione delle domande più frequenti alle quali sarà data risposta da parte dell'amministrazione ministeriale.

Docenti di potenziamento della scuola,quali domande più frequenti?

Numerose sono le questioni che sono sorte in merito all'impiego degli insegnanti di potenziamento nella scuola da un anno a questa parte, decorrenza dalla quale furono assunti in oltre cinquantaseimila, comprendendo anche quelli del sostegno. Infatti, l'impiego dei docenti del potenziamento non è stato affatto semplice in questo periodo, soprattutto perché sono stati considerati i tappabuchi delle più diverse necessità scolastiche. O per portare avanti progetti legati alle svariate attività didattiche.Ma, soprattutto,per la sostituzione degli insegnanti assenti. E le maggiori difficoltà si stanno riscontrando nel fatto che i docenti di potenziamento vengono assegnati nelle sostituzioni anche a scuole di differenti ordini, pur non essendone abilitati.

Ad esempio, capita di frequente che l'insegnante di potenziamento delle scuole superiori venga impiegato nelle scuole primarie, o viceversa.

Scuola, validità delle Faq per i docenti di potenziamento

Sulla validità delle domande e risposte che verranno pubblicate sul sito del ministero dell'Istruzione ed, in generale, dell'utilizzo dello strumento delle Faq la Giurisprudenza non ha ancora emesso il proprio verdetto relativo alla possibilità che possano risolvere le controversie e, nel caso, essere annullate se non dovessero risultare legittime.

Tuttavia, in mancanza di un provvedimento da parte del Miur, si terrà informati i docenti del potenziamento con questo strumento che già per alti argomenti era stato utilizzato dallo stesso ministero di Viale Trastevere.