Si avvicina il 1 maggio e, secondo quanto afferma il Sole24 ore, l'esecutivo ha dato mandato all'ABI e all'Ania di preparare un protocollo d'intesa che definisca i dettagli del prestito bancario e le modalità dell'assicurazione che dovrà tutelare le parti in caso di morte del futuro pensionato. La prima cosa da stabilire sarà l'entità del rateo da applicare per ogni anno di anticipo e quali saranno i costi a carico del pensionando. Il secondo decreto dovrà valutare l'Ape social mentre il terzo riguarderà il destino dei lavoratori precoci.

Il Governo nei prossimi giorni dovrà chiarire quali saranno i provvedimenti da utilizzare per l'accesso alla pensione anticipata spiegando definitivamente agli italiani le norme che riguardano l'Ape e le condizioni per potervi accedere.

Durante la trasmissione MI manda Rai3 di ieri erano presenti i lavoratori precoci, intervenuti per spiegare agli italiani quali motivi li spingono a chiedere al governo la quota 41. Il conduttore, Salvo Sottile, ha però dato pochissimo spazio ai precoci. Per questo motivo il gruppo Facebook "Lavoratori precoci uniti in difesa dei loro diritti " ha scritto alla redazione di Rai3 spiegando il loro disappunto e reclamando uno spazio più ampio durante la trasmissione.

Pensioni scroccate dagli over 65 stranieri. Dalla Liguria arriva la notizia che le casse dell'Inps sono state prese di mira da stranieri over 65 venuti in Italia solo per incassare la pensione sociale. Gli stranieri, dopo aver ottenuto il nulla osta per l'assegno sociale, se ne tornano nella loro terra di origine portando con se il benefit. La Procura di Savona ha scoperto la frode individuando una quarantina di soggetti di nazionalità Albanese, Portoghese, Marocchina e Tedesca.

Gli importi delle pensioni incassate variano tra i 400 e 700 euro mensili. I titolari di queste pensioni sono stati denunciati e, in caso di condanna, potrebbero dover scontare pene tra i sei mesi e tre anni. I soldi però incassati, che ammontano a 300.000 euro, a quanto pare non verranno comunque restituiti.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!