Il Ministero della Giustizia ha indetto un nuovo concorso pubblico, volto al reclutamento di 310 unità di personale da inserire nel ruolo di magistrato ordinario. I candidati al ruolo di magistrato devono possedere la cittadinanza italiana ed il pieno godimento dei diritti civili e politici. Oltre a ciò, è necessario essere fisicamente idonei all'impiego, aver sempre tenuto una condotta incensurabile e risultare in regola nei confronti del servizio di leva. La domanda di partecipazione dovrà essere trasmessa online, entro e non oltre il 19 dicembre 2019.

Iscrizione al concorso

Le domande di partecipazione al concorso devono essere trasmesse online attraverso il sito del Ministero della Giustizia, compilando l'apposito form: il sistema una volta ricevuta la conferma, rilascerà un file che il candidato dovrà salvare, stampare ed rinviato tramite l’upload della domanda scansionata.

Documenti da allegare alla domanda:

  • Ricevuta del pagamento della tassa di concorso di Euro 50,00 in favore a Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17; il pagamento potrò essere effettuato a mezzo conto corrente postale (numero 1020172217); mezzo bancario, attraverso un bonifico (Iban IT62O076014500001020172217);
  • una copia non autentificata del documento di identità.

Prove concorsuali

Le prove concorsuali saranno suddivise in due prove, una prova scritta ed una orale: la prova scritta si articolerà nello svolgimento di tre elaborati finalizzati all’accertamento delle conoscenze del candidato in materie di diritto civile, penale ed amministrativo.

Per lo svolgimento di ciascun elaborato il candidato avrà a disposizione otto ore e verranno ammessi alla prova orale solo i candidati che otterranno un punteggio pari o superiore a dodici/ventesimi, in ciascuna delle materie della prova scritta.

I candidati ammessi alla prova orale dovranno affrontare un colloquio volto all'accertamento delle conoscenze in materie di:

  • diritto civile; amministrativo; costituzionale e tributario;
  • diritto commerciale; tributario; comunitario; internazionale;
  • diritto pubblico e privato;
  • elementi fondamentali di diritto romano;
  • colloquio in lingua straniera, a scelta del candidato tra: inglese, francese, spagnolo e tedesco.

La prova orale sarà considerata idonea al conseguimento di un punteggio complessivo non inferiore a 108 punti.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Offerte Di Lavoro

Diario delle prove

Le prove d'esame si svolgeranno nella sede che verrà indicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del 27 marzo 2020: i concorrenti ammessi alle prove scritte dovranno presentarsi, in sede d’esame, muniti di un valido documento di riconoscimento e del codice identificativo fornito nella ricevuta di iscrizione al concorso. La graduatoria sarà pubblicata senza ritardo nel Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia e dalla pubblicazione decorre il termine di 30 giorni entro il quale gli interessati possono proporre reclamo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto