Leggiamo spesso di lamentele da parte dei docenti abilitati circa le modalità di svolgimento di questo concorso. Quanto si sta consumando nelle aule di tutta Italia è di una scorrettezza ed una gravità inaudita che non può rimanere impunita. I docenti della scuolahanno già manifestato politicamente il dissenso a questo esecutivo col voto alle amministrative ma ora è il momento di proseguire su questa strada e non mollare l'osso. Passività, rassegnazione, contestazione di qualsiasi fonte riporti una notizia diventa deleterio e favorisce solamente il piano in atto di estinzione del precariato da parte di questo governo.

I docenti abilitati devono tutti reagire con forza senza restare nell'ombra ad aspettare chissà che!

Ancora irregolarità sul concorso

Si è parlato a lungo del concorsone con prova truccatanei giorni scorsi. Opportunamente un gruppo di precari abilitati ha presentato un esposto ai Carabinieri di Viareggio per consentire di avviare le indagini sull'accaduto del computer collegato da remoto col quesito della prova di inglese. Ma le ignominie in atto su questo concorso non si fermano qui, anzi proseguono con le numerose doglianze di centinaia di docenti precari di cui Orizzonte Scuola ci riferisce anche oggi nella sua rassegna stampa. Alludiamo all'iniziativa del Coordinamento Precari Scuola Bologna che ha denunciato le numerose irregolarità manifestatesi nel corso dello svolgimento delle prove scritte.

Per il dettaglio vi rimandiamo alla lettura dell'articolo in questione digitando orizzontescuola.it/ news/concorso-docenti-2016- correzione-scritti-coordinamento-precari-bologna- indicatori-uguali-livell (per prenderne visione).

Tenersi pronti ad impugnare le graduatorie di merito

Le cattedre ci sono, come avete avuto modo di leggere nei numerosi articoli pubblicati sia da OS che da noi di Blastingnews: almeno 120.000 posti vacanti e disponibili.

Sono i soldi che mancano per far sì che avvengano le immissioni in ruolo e allora il governo si inventa un concorso “farlocco” per tenervi li buoni parcheggiati in attesa di cancellarvi per decreto. Al momento non c'è nessuna misura del genere (state tranquilli) ma non si può rimanere qui a dormire. Questo concorso per abilitati non doveva nemmeno partire perché le abilitazioni sono più che sufficienti per entrare di ruolo.

Basta leggere interamente ( e non a metà) l'art.97 della Costituzione. Non ve lo rimettiamo perché lo conoscete a memoria ma vi chiediamo di farci un favore. Anzi, fatelo a voi stessi: impugnate le prossime graduatorie di merito. Se vi ribolle il sangue nelle vene, se il vostro sistema di salute è stato compromesso da tutto quanto è successo, non potete starvene lì a guardare senza fare niente. Si tratta del vostro destino, del vostro futuro! Forza dunque, uscite allo scoperto e lasciate la passività. Non importa a quale avvocato vi rivolgerete, purché voi lo facciate.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!