Il diritto di difendere se stessi, i propri cari e i propri beni da un'aggressione o un tentativo di furto dovrebbe esistere sempre ed essere appoggiato dallo Stato. Proprio per questi motivi il nuovo disegno di legge sulla legittima difesa ha generato non poche polemiche quando ieri, Giovedì 4 Maggio, è stato approvato alla Camera. Il punto che ha generato la maggiore diatriba è stata la delimitazione del diritto di difesa attraverso l'uso anche di armi soltanto alle fasce orarie notturne. In aula si è scatenato il caos soprattutto dai partiti dell'opposizione che ritengono la proposta inadeguata rispetto ai bisogni dei cittadini.

Se c'è stress psichico la difesa è legittima

Se un ladro o un aggressore si introduce nella propria abitazione, azienda o ufficio di notte utilizzando violenza di qualsiasi genere sottopone la vittime a un forte stress psichico derivante dalla situazione di pericolo per la propria vita o quella dei propri cari. Se in questa situazione di turbamento emotivo si arriva ad utilizzare delle armi contro l'aggressore allora è comunque legittima difesa e non più eccesso della stessa. In questi casi, qualora sia necessario affrontare un processo con tutte le spese legali che ne conseguono sarà lo Stato a farsene carico.

La destra è contraria. Salvini grida 'Vergogna'

Tutte le forze della destra, Berlusconi compreso, si sono detti contrari a una legge che sembra tutelare di più i criminali rispetto ai cittadini onesti.

Il leader di Forza Italia ha definito le forze di maggioranza incapaci di varare un ddl che tuteli le vittime e dia loro il diritto di difendersi in caso di aggressione. Matteo Salvini è stato invece allontanato dall'aula quando dagli spalti ha incominciato ad esprimere il proprio dissenso urlando "Vergogna" più volte. E' stata la stessa Boldrini a richiamare all'ordine l'esponente della lega facendogli capire che il suo comportamento non era adeguato.

Le polemiche continuano tra i cittadini

E così se diversi esponenti di Fratelli d'Italia hanno dichiarato quanto i cittadini abbiano sempre meno diritti e sempre meno voce in capitolo verso lo Stato quando non tutela i loro diritti primari, ascoltando il parere della gente comune o leggendo i commenti in rete non si può non notare la rabbia e la delusione per questa legge.

Molti sono concordi nell'affermare che la legittima difesa è un diritto che si deve avere sempre ma c'è anche chi dice che non bisogna confondere la difesa con la giustizia sommaria fai da te. Sicuramente non si deve arrivare a poter sparare a prescindere ma neppure ad essere incriminati per essersi ribellati a un criminale. Insomma sentiremo ancora parlare a lungo dell'argomento.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!