Le minacce reciproche tra Kim Jong - un e Donald Trump sfociano nella prova di forza degli Stati Uniti, che fa sorvolare il territorio nord coreano dai propri bombardieri, B - 1B Lancer. Mai delle azioni di esercitazione militare si erano spinte tanto in profondità dal punto di vista territoriale ed aereo. Ogni ipotetica esercitazione potrebbe essere il momento buono per innescare una guerra senza precedenti, d'altronde le parole guerrafondaie lanciate dai due leader sembrano irreversibili e non lasciano presagire niente di buono.

Le dichiarazioni del Pentagono

Il Pentagono conferma l'operazione dei B - 1B Lancer come una prova di forza per far capire in maniera netta, alla Corea del Nord ed al suo leader Kim Jong - un, le enormi opzioni e potenzialità americane per rispondere e ribaltare ogni minaccia. Il portavoce del Pentagono, Dana White, ha confermato l'enorme gravità con la quale il governo statunitense ha interpretato le parole minacciose pervenute dalla Corea del Nord, ribadendo che il fatto di far sorvolare dei bombardieri in punti dove non ci si era spinti prima sta a evidenziare la preoccupazione, ma al tempo stesso la forza, con cui gli USA stanno interpretando la vicenda. La portavoce ha aggiunto che questa dimostrazione di forza da parte degli Stati Uniti d'America sta anche a dimostrare che gli USA sono pronti, con tutto il proprio arsenale militare, testate atomiche incluse, a difendere il loro territorio e i loro alleati da qualsiasi sconsiderata minaccia.

La risposta della Corea del Nord

La Corea del Nord, dal canto suo, fa sapere per voce del suo Ministro degli Esteri Ri Yong Ho che sono quasi giunti a completamento i test del proprio programma nucleare, ribadendo che tale programma verrà utilizzato esclusivamente come ultima opzione e comunque esclusivamente per ragioni difensive.

Allo stesso modo il Ministro degli Esteri ha parlato delle minacce del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ritenendo ormai inevitabile una visita dei missili nord coreani in terra statunitense. Per completare le proprie affermazioni Ri Yong Ho ha asserito che la Corea del Nord intraprenderà tutte quelle azioni preventive necessarie a tutelare e a difendere il proprio territorio e i propri spazi aerei, qualora gli Stati Uniti e il suo Presidente continueranno nella minaccia e nella strategia militare di voler sterminare e demolire militarmente la Corea del Nord.

Segui la nostra pagina Facebook!