In occasione della puntata del 14 settembre di "Otto e Mezzo" su La7 è intervenuta Debora Serracchiani, presidente della regione Friuli Venezia Giulia e una delle principali esponenti nazionali del Pd. Vediamo le parti salienti di quello che ha detto.

Serracchiani su Ius Soli e accoglienza dei migranti

Sullo Ius soli la Serracchiani ha detto: "Nel PD tutti vogliamo la stessa cosa: approvare la legge sullo Ius Soli. Alla Camera abbiamo approvato il testo e volevamo farlo anche al Senato. Il capogruppo Zanda sta lavorando per cercare i numeri. Non si riversino sul PD le contraddizioni di altri partiti: ad esempio il M5S in campagna elettorale diceva di volerlo, ma alla Camera non lo ha votato e al Senato chissà cosa farà..."

Sempre sul tema delle migrazioni, la Serracchiani ha proseguito: "Ci deve essere un punto di equilibrio fra i diritti di chi arriva qui e quelli di chi accoglie.

Occorre affrontare il tema dei flussi migratori organicamente come sta facendo il Governo e il ministro Minniti: per la prima volta dialoghiamo in Libia, cosa non semplice, siamo riusciti a ottenere un'attenzione importante. Siamo riusciti a impedire che prendano le navi per morire nel Mediterraneo, ma anche a controllare quello che accade sulle coste libiche dove verificheremo quello che sta accadendo grazie alle organizzazioni internazionali. Inoltre ci sono progetti presentati dalle municipalità della Libia che saranno finanziati dall'Europa per migliorare le condizioni di vita di quel territorio. Papa Francesco recentemente ha detto che 'Bisogna accogliere ma con il buon senso e la cautela di chi sa che non può accogliere tutti ma solo quelli che riesce a integrare': questo buon senso noi lo stiamo mettendo in campo".

Sull'accusa proveniente da sinistra di voler creare lo spauracchio dei migranti verso la campagna elettorale, Serracchiani ha precisato: "Queste accuse vanno fatte correttamente alla Lega, a Forza Italia e al M5S, ma non certo al PD e al nostro Governo: l'Europa stessa ha detto che per fortuna c'è stata l'Italia che su questi temi ha salvato la dignità europea, noi siamo andati a salvarli in mare, siamo andati in Libia e abbiamo aperto l'ambasciata a Tripoli quando nessun altro Governo europeo lo stava facendo, siamo noi che lavoriamo a dei progetti di sviluppo che permetteranno a migliaia di persone di tornare al paese d'origine facendo una vita dignitosa.

Far venire i migranti per ammassarli nelle strutture o nelle piazze non è decoroso: hanno diritto a una vita dignitosa e chi li accoglie deve essere in grado di integrare".

Debora Serracchiani sui rapporti fra il PD e la sinistra

Alla domanda se il PD è interessato al dibattito in corso alla propria sinistra, la Serracchiani ha risposto: "Altroché se ci interessa, ma soltanto se siamo tutti uniti possiamo cambiare le cose, altrimenti resta tutta teoria.

Sul metodo che stanno adottando non discuto, anche noi abbiamo metodi di partecipazione, anche noi abbiamo siti, chat e mail, solo noi abbiamo 6000 circoli in tutta Italia. Ad esempio, vogliamo lo Ius Soli? Qualcuno pensa che se vince la Lega Nord o il M5S avremo lo Ius Soli? Io penso che bisogna essere concreti, perché la sinistra è davvero tale solo se mette in atto e realizza politiche di sinistra. Io sono una donna di sinistra e lo dimostro dal fatto che il PD ha fatto la legge sulle Unioni civili, sullo spreco elementare, sull'autismo, sul divorzio breve e ha ridotto le tasse che è un fatto culturale importante. Il centrosinistra italiano se vuol cambiare le cose deve essere unito. Abbiamo dato tutta la disponibilità di dialogo con le forze a sinistra, dialoghiamo costantemente con Pisapia a tutti i livelli, siamo in molte Giunte a livello locale insieme, ma le sinistre non possono mettere il veto contro il PD; si mettano insieme e si mettano d'accordo, poi vedremo".

Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!