Pochi giorni separano gli italiani dalle elezioni politiche. Il prossimo 4 marzo si andrà a votare per definire il nuovo Governo, ma in alcune regioni si andrà alle urne per eleggere il nuovo governatore, nonché i 50 consiglieri della giunta. Tra queste ci sarà la regione Lazio. Nicola Zingaretti, presidente uscente, ha deciso di proporre ancora la sua candidatura per il Centrosinistra. Ad appoggiarlo ci sarà una grande coalizione, che oltre ad includere il Partito Democratico e le piccole liste, comprende persino Liberi e Uguali, che a livello nazionale, così come in Lombardia, sappiamo bene essersi schierato per conto suo.

A sfidare Nicola Zingaretti ci saranno altri 8 candidati. Di seguito andremo a conoscerli uno per uno, dopodiché vi daremo informazioni su come si voterà per le Elezioni regionali.

Candidati alla presidenza nella regione Lazio

I principali contendenti del candidato di Centrosinistra alla poltrona di governatore della regione Lazio saranno Stefano Parisi (Centrodestra) e Roberta Lombardi (Movimento 5 Stelle). L’ex candidato sindaco di Milano è stato presentato al termine di una difficile scelta, che ha creato non pochi contrasti con Lega Nord.

Quest’ultima avrebbe voluto proporre Sergio Pirozzi, che non ha rinunciato affatto alla sua candidatura, tant’è che si presenterà con una lista civica con il suo nome. Riguardo agli altri aspiranti governatori, troveremo Mauro Antonini (Casa Pound), Giovanni Paolo Azzaro (Democrazia Cristiana), Elisabetta Canitano (Potere al Popolo), Jean Léonard Touadi (Civica Popolare) e Stefano Rosati (Fronte Sovranista Italiano).

Stando ai recenti sondaggi elettorali di Termometropolitico.it, attualmente in testa c’è Nicola Zingaretti con il 30,9%. Il margine di vantaggio nei confronti degli inseguitori non è ampio. Troviamo Roberta Lombardi con il 27% e Stefano Parisi con il 25%. Ben più distanti tutti gli altri. In attesa di scoprire l’esito delle elezioni, vediamo le modalità di voto.

Come si vota per le elezioni regionali

I seggi elettorali in Lazio saranno aperti domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Ciascun elettore dovrà presentarsi presso la sezione indicata sulla tessera elettorale. Lo spoglio dei voti avrà inizio alle ore 14.00 di lunedì 5 marzo. La nuova legge elettorale, entrata in vigore l’anno scorso nel Lazio, prevede la riduzione dei consiglieri regionali a 50 elementi. Inoltre, è stata inserita la parità di genere ed è stato vietato il terzo mandato. Al candidato che otterrà il maggior numero di voto verrà garantita la governabilità.

Le opzioni di voto sono ben 4.

Ci sarà la possibilità di esprimere la preferenza per un candidato, andando a tracciare un segno sul suo nome o sul contrassegno, senza scegliere alcuna lista circoscrizionale. In alternativa, si potrà votare per un candidato e per una delle liste circoscrizionali collegate ad egli. Volendo, anche disgiuntamente, scegliendo un candidato e una delle liste circoscrizionali non collegate ad egli. Infine, si potrà optare solo per una lista circoscrizionale, senza contrassegnare un candidato. In quest’ultimo caso, però, il voto si intenderà espresso a colui che è collegato ad essa. Prima di lasciarvi, invitandovi a seguirci per altre news sulle prossime elezioni, vi ricordiamo che il fac-simile della scheda elettorale è visionabile sul sito internet http://www.regione.lazio.it/rl/elezioniregionali2018/wp-content/uploads/sites/38/SCHEDA_ELETTORALE_PER_MINISTERO_colore_FAC_SIMILE.pdf.

Segui la nostra pagina Facebook!